Auguri signor sindaco

Come cittadino sento il desiderio di ringraziarla per aver individuato il vero, storico problema della nostra bella città, aprendo a tutti noi un percorso virtuoso verso la modernità. Il fatto che Osvaldo non abbia una gamba, infatti, è davvero brutto da vedere. Bruttissimo, signor sindaco.  Che si trascini altrove, ha saputo intimare, ponendo così la nostra città all’avanguardia in fatto di politiche sociali. Ma non solo. Lei è un medico, per questo ha impedito che nella dieta dei disgraziati di San Francesco prevalessero i carboidrati. E per questo manda i vigili a togliere i poveri dal freddo delle strade. Le strade del centro, s’intende.

Tornando a casa, in queste belle giornate di Natale, sono sicuro che si sentirà a posto con la sua coscienza, consapevole di aver riaffermato la leggendaria tradizione solidale di tutte le terre lombarde, e di aver indicato, ergendosi inflessibile al centro della città murata, una strada davvero innovativa, che, sono sicuro, verrà imitata in tutta Europa. E se qualcuno la accuserà  malevolmente di essere una persona senza cuore, lei farà presto a rispondere: non sono mica cardiologo.

Buon Natale, signor sindaco, e ancora grazie per aver ripristinato un valore autentico che fu al centro del magistero di Gesù di Nazareth e di Karl Marx: vetrinette ben visibili, decoro urbano.

Buon Natale, signor sindaco. [Andrea Rosso ecoinformazioni]

2 thoughts on “Auguri signor sindaco

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: