(R)esistere per vivere

L’incontro con il fotografo e videomaker Valerio Nicolosi all’Arci Virginio Bianchi di Cantù è stato aperto da Luciano Razzi del circolo, coorganizzatore con Arci provinciale e Emergency e l’adesione di CcP e Csf, della presentazione del libro (R)esistenze il 9 maggio sera a Cantù. Poi, dopo le brevi introduzioni di Celeste Grossi (Arci) e Leyla Barnat (Emergency), sono state le immagini e le parole dell’autore a raccontare.

Nicolosi ha illustrato il suo lavoro con tante storie, relative alle sue esperienze in diverse parti del pianeta, e con una serie di foto e video intensi, proiettati sullo schermo durante la presentazione, che hanno permesso alla trentina di persone presenti di cogliere aspetti troppo spesso ignorati della vita in luoghi difficili nei quali il conflitto non solo armato crea angoscia, disperazione e morte, ma non riesce a oscurare e distruggere completamente la vita dei tanti che per esistere resistono. Nel dibattito a cui ha partecipato anche Carlo Ranieri (Emergency) si è approfondita in particolare l’analisi della situazione a Gaza e la speranza (quantitativamente marginale, ma significativa) dei corridoi umanitari per assicurare possibilità ai migranti di fuggire da guerra, violenza e povertà.

On line sul canale di ecoinformazioni tutti i video dell’iniziativa.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: