Orizzonti Inclinati/ Poesie e letture al telefono insieme durante l’isolamento

“La bellezza, la passione ci salveranno”: con queste parole Miriana Ronchetti, fondatrice dell’associazione artistica Orizzonti Inclinati, manda un messaggio carico di positività. Nelle situazioni di crisi come quella che stiamo vivendo, in cui l’isolamento forzato e la sospensione di molte attività sono fondamentali per frenare l’epidemia di Covid-19, sono tante le iniziative volte a creare un sentimento condiviso di comunità virtuale, per trovare rifugio e forza attraverso l’arte; Orizzonti inclinati diffonde quindi il proprio elenco di attività, dalle letture telefoniche al teatro via Skype.

«Ho sempre pensato e detto ai miei allievi che io credo fortemente al rapporto fra l’uomo ed il teatro come a una proporzione matematica: “’l’uomo sta nel mondo come l’attore sta nel “teatro”. Il Teatro, la forma d’arte che ha attraversato millenni, riuscendo sempre a inserirsi nel contesto reale, permettendo agli uomini di mostrare la loro vera anima. Nello spazio “teatro” esiste un profondo mistero, un rito al quale si partecipa con trasporto emotivo. La parola vive nel teatro e ci aiuta a comunicare attraverso ogni singola lettera dell’alfabeto, il nostro modo di essere. Occorre tirare fuori paure, ansie, gioie e quella sana comicità che ognuno di noi possiede. Fare teatro per sdrammatizzare. Tentiamo…e vi spiego perché credo che funzionerà.
Pochissime persone sanno la mia storia…
Circa 40 anni fa, ero una giovane ragazza con una bambina che aveva problemi di deambulazione; sempre in giro fra medici e ospedali per trovare la giusta operazione per quei suoi piedini. Quel periodo, durato circa 10 anni, ci ha viste costrette a fare molti sacrifici, restando spesso costrette a casa, mentre tutti uscivano, andavano a vivere una vita normale. Abbiamo iniziato (anche la bambina…) a scrivere poesie, racconti, opere teatrali, organizzando le cose più impensate in casa, travestimenti, inventando storie, al telefono…così abbiamo superato momenti difficili e per noi erano tempi di “impoverimento sociale”; ma con la fantasia che si trasformava poi in realtà abbiamo ingannato quell’attesa. Il teatro e la parola ci hanno salvate da tristezze e depressioni. Alla fine di tutto, ho venduto casa e aperto la nostra compagnia teatrale. Ho iniziato senza nessuna base di danaro, lasciando questo sempre in coda e ovviamente con mille difficoltà, senza sostegni di mariti o una famiglia facoltosa alle spalle. Ecco perché spesso esordisco con “Grazie Arte”.
Oggi mia figlia oggi insegna arti marziali, scrive racconti, poesie, è una filosofa, suona il pianoforte, è naturopata, realizza siti web, e ha studiato all’Istituto Riza. E’ una grande e bella persona. Grazie anche al dono del teatro. Devo, in qualche misura, restituire questo dono, condividendolo.
Quindi propongo appuntamenti con le fiabe, le mie commedie per bambini ogni giorno.
Invece gli appuntamenti per adulti, con letture a richiesta, di qualsiasi genere, poesie al telefono per chi non usa internet…
Se qualcuno vorrà potrà contribuire alla sopravvivenza della nostra associazione con un versamento libero.
Occorre solo organizzarsi un po’ con le video conferenze.

Attività in programma:
– Poetry time… (poesie al telefono)
– L’ora del teatro per bambini ed adulti, a casa vostra per non isolare la creatività (appuntamento quotidiano con i bambini: letture e racconti per bambini, anche in gruppo, ogni giorno)
– Arte della parola (lezioni online di voce e comunicazione)
– Appuntamenti poetico-teatrali (in video, tramite skype, come possiamo… perchè il teatro è vita!)

Contatti:
Chi fosse interessato chiami al nr. 329.3817686 (Miry Ronchetti)
Oppure http://www.teatroarte.it e http://www.copionimiriana.it
Mail: teatroartedidattica@gmail.com
teatroarte@iol.it»
[Miriana Ronchetti, Orizzonti Inclinati]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: