IL 25 aprile del Prc con Anpi e Arci

«Il covid19 non ferma il bisogno di memoria. Rifondazione comunista aderisce e sostiene l’iniziativa “25 ore per il 25 aprile” lanciata da Anpi e Arci Como.

Il settantacinquesimo anniversario della Liberazione dalla follia criminale nazifascita giunge quest’anno in un momento che, per via del distanziamento sociale imposto per evitare il diffondersi del contagio del covid19, non ci permette di partecipare a cortei, manifestazioni di piazza o assemblee pubbliche come si sarebbe dovuto fare per una ricorrenza di tale importanza. Tuttavia, la necessità di Memoria soprattutto in una fase storico/politica come è quella attuale, è più tangibile che mai e quindi il nostro invito a tutte le compagne e tutti i compagni è quello di partecipare al più alto numero di “iniziative virtuali” possibile.

Da momenti come quello attuale il rischio che la paura delle persone possa far uscire il paese “a destra” su spinta delle frange neofasciste, sempre più impunite e di tutti quei politicanti che come ogni anno provano a sminuire l’importanza del #25Aprile è alto ed il nostro compito è oggi più che mai quello di vigilare e di fare della #Memoria la “via maestra”.

Per tutte queste ragioni la Federazione Provinciale di Como del Partito della Rifondazione Comunista/Sinistra Europea aderisce e sostiene l’iniziativa 25 ore per il 25 aprile [attiva sul sito arcicomo.it] lanciata da Anpi e Arci Como.

Ora e sempre Resistenza!». [Prc: Pierluigi Tavecchio, segretario provinciale, Fabrizio Baggi, responsabile organizzativo, Giulietto Russo, responsabile antifascismo].

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: