Giorno: 14 Luglio 2020

Partito democratico/ La dignità delle case popolari, il degrado del Comune

«La dignità è diritto di tutti, anche di chi vive in un alloggio di edilizia pubblica». Questo il messaggio del Partito Democratico di Como che, oggi lunedì 13 luglio, ha tenuto una conferenza stampa e una visita di denuncia nelle case di via San Bernardino da Siena.
Presenti degli esponenti Dem, Angelo Orsenigo, consigliere regionale, Stefano Fanetti, capogruppo PD in Comune a Como, Gabriele Guarisco, consigliere comunale, Vito de Feudis, segretario del Circolo PD di Como Sud ed Elide Greco.

(altro…)

La Costituzione vince

La decisione della Corte costituzionale che ha sancito la fine del divieto di iscrizione anagrafica dei richiedenti asilo ristabilisce la legalità e censura non solo i decreti sicurezza ma anche quei provvedimenti dei Comuni (Como e non solo) contro i quali erano stante intentate e vinte cause a sostegno della Costituzione e dei diritti. Ne parla per ecoinformazioni l’avvocato Antonio Lamarucciola dell’Osservatorio giuridico per i diritti dei migranti che contro quella norma ingiusta ha sempre lottato con tutti gli strumenti dell’intelligenza e della legge.

(altro…)

I bagni non son privilegi

Poco prima dell’una di oggi, 14 luglio, è andata in scena l’azione simbolica del gruppo Cominciamo da Como che ha dato vita nei giorni scorsi ad alcuni presidi “Fuori dal Comune”.

Alcuni giovani si sono quindi incatenati alla griglia che avrebbe dovuto chiudere i servizi igienici del sottopassaggio pedonale di piazza Vittoria a Como, proprio per impedirne la chiusura. La protesta intende portare al centro dell’attenzione cittadina il fatto che, in presenza delle molte persone senza fissa dimora costrette a pernottare in mezzo a una strada o sotto i portici di chiese ed ex-chiese, il Comune continua a rimandare la decisione riguardo a un’estensione degli orari di servizi igienici e docce, servizi che potrebbero – sia pur di poco – alleviare il grave disagio.

Dopo i presidi, le richieste, gli appelli, si è deciso di “passare all’azione”, che si è svolta senza alcuna tensione. Dopo che c’è stato l’incatenamento, l’addetto ai servizi (della Cooperativa Il Seme che ha l’appalto dal Comune), ha manifestato il suo disappunto per non poter procedere alla normale chiusura… Poi verso le 13.30 è arrivata la Polizia locale, che ha proceduto all’identificazione delle sei persone incatenate; in seguito sono arrivati anche funzionari della Questura e dopo le 14 una pattuglia della Polizia ha proceduto a una nuova identificazione. Intanto si attendeva l’arrivo di un qualche “responsabile” dell’Amministrazione Comunale.

Forse a causa anche della localizzazione “discreta” dell’ingresso dei servizi, l’azione non ha purtroppo suscitato grande interesse nella gente, quasi tutta concentrata verso il mercato, sull’altro lato della strada. La comunicazione della protesta è stata quindi affidata a qualche giornalista presente.

Alla fine è arrivata anche l’assessora Elena Negretti che ha ripetuto le rassicurazioni sull’interessamento del Comune e ha peraltro ribadito i soliti impedimenti burocratici/normativi a modificare un appalto già stabilito. Ha quindi rinviato l’analisi della situazione a un prossimo incontro con la Cooperativa Il Seme, fissato – pare – per giovedì. Contattata da chi manifestava la presidente della Cooperativa ha dichiarato che non era ancora a conoscenza della materia della discussione e ha, da parte sua, ribadito che la Cooperativa segue le indicazioni del Comune.

Dopo ancora qualche attesa, il gruppo di protesta ha deciso di lasciare la grata di chiusura, anche per evitare inutili drammatizzazione (come il minacciato intervento dei pompieri), da una parte convinti di aver già ottenuto un certo risultato di comunicazione e dall’altra decisi a non archiviare il problema, e a continuare a incalzare il Comune.

Alla fine i lucchetti sono stati riaperti, almeno per ora.

[FC, ecoinformazioni]

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Nicola Tirapelle R-Esistente un anno dopo

Dalle 14/ Come trait d’union con l’edizione successiva presentiamo l’intervento di Nicola Tirapelle alla successiva edizione di Costituzione R-Esistente, che vi proporremo nelle prossime settimane. Parole forti, valide ancora di più in un momento come quello attuale, «dove un ombra nera si estende sul Continente, con il rischio che il passato ritorni in altre forme e con esiti drammaticamente uguali».

I programmi del 14 luglio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Musica R-Esistente

Dalle 13/ Con una vena autenticamente popolare, chiaramente ispirata alle ballate assai diffuse proprio nell’area dell’Italia centrale, innervata da richiami al linguaggio musicale rock, gli interventi musicali di Francesco Moneti dei Modena City Ramblers e di Luca Lanzi della Casa del Vento hanno offerto una sorta di “retroterra della quotidianità” per i fondamentali principi della carta costituzionale, che sono così risuonati non come vuote affermazioni di principio ma come rielaborazioni di valore generale di esperienze vissute. Non a caso, nella lettura degli articoli della Costituzione, è echeggiato con particolare sottolineatura l’articolo 11, quello che sancisce che “l’Italia ripudia la guerra”.

I programmi del 14 luglio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Scuola media R-Esistente

Dalle 12/ Il pomeriggio ha visto l’alternarsi di letture dalla Costituzione della Repubblica, compresi gli articoli relativi all’educazione e alla scuola, letti da ragazzi e ragazze della Scuola Media Foscolo di Como, e le canzoni della Casa del Vento che sono state un efficace commento ai temi che la costituzione pone alla base della repubblica.

I programmi del 14 luglio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Mario Lucini R-Esistente

Dalle 11/ Particolarmente apprezzati anche gli interventi, fuori da qualsiasi ritualità ufficiale, di Gisella Introzzi e Marcello Iantorno, della giunta comunale di Como, e quello di Mario Lucini, sindaco della città che ha ricordato come l’omaggio a chi ha costruito la democrazia, la repubblica italiana e la sua legge fondativa significhi anche impegnarsi per fare in modo che quella legge sia costantemente e sempre più una realtà operante per tutta la società.

I programmi del 14 luglio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Nicola Tirapelle R-Esistente

Dalle 10/ La giornata è stata aperta dall’intervento di Nicola Tirapelle, segretario della sezione di Como dell’Anpi, attorniato dal gruppo delle realtà comasche che hanno aderito all’iniziativa.

I programmi del 14 luglio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

ARCI COMO WebTV/ “Èstate con noi”/ Palinsesto 14 luglio/ Jlenia Luraschi/ Costituzione R-Esistente 2013

Gli stand delle associazioni organizzatrici, la musica della Casa del vento, gli articoli della Costituzione letti anche da un gruppo di studenti della scuola media Foscolo, gli interventi introdotti da Nicola Tirapelle del sindaco di Como, dell’assessora Gisella Introzzi e dell’assessore Marcello Iantorno hanno richiamato l’attenzione di alcune centinaia di persone avanti al Monumento alla Resistenza europea nel pomeriggio di domenica 2 giugno 2013 per Costituzione R-esistente organizzata da Anpi, Arci , Emergency, Italia-Cuba, Libera, Cgil-Camera del lavoro, Comitato Soci Coop Como, Istituto di storia P.A. Perretta e Comitato comasco difesa Costituzione, con il patrocinio del Comune di Como. L’evento ha poi dato vita a una delle manifestazioni più interessanti per il 2 giugno ripetute nel corso degli anni: andiamo a scoprire cos’è successo in quella fantastica giornata.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: