Storie e persone/ Nedo Fiano

Mio padre Nedo • a cura di Emanuele Fiano. “Io non sono venuto qui per arricchire la vostra cultura ma se possibile il vostro cuore. Non si possono uccidere milioni di persone se c’è la solidarietà”. Così era solito dire Nedo Fiano, tra gli ultimi sopravvissuti di Auschwitz, ai ragazzi delle scuole che incontrava per portare la sua testimonianza di deportato. Della sua drammatica esperienza in campo di concentramento, dove arrivò dopo essere passato da Fossoli insieme con altri undici membri della sua famiglia, è stato un testimone profondo e coinvolgente.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è memoria-con-trinagolo.jpg

Per tutti gli altri video della Giornata su Acwtv clicca sull’immagine.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: