Erba/ Stop al consumo di suolo

Gli attivisti del Circolo ambiente Ilaria Alpi e dell’associazione Testa di rapa ribadiscono «No alla cementificazione di altre zone verdi, si dia priorità alla riqualificazione delle aree dismesse!»

«Nei giorni scorsi a Erba, in provincia di Como, gli attivisti del Circolo ambiente Ilaria Alpi e dell’associazione Testa di rapa, hanno realizzato un nuovo flashmob tra la via Monti e la via Colombo, dove il PGT (Piano di governo del territorio) prevede una nuova area edificabile sulle aree attualmente verdi, coinvolgendo una superficie territoriale di circa 20 mila metri quadrati! Gli ambientalisti hanno srotolato lo striscione “Stop al consumo di suolo” e le bandiere delle due associazioni. Questo per ribadire il “no” a un’altra area edificabile (dopo quella di via Galilei), ovverosia i prati compresi tra le vie Monti e Colombo, in cui lo strumento urbanistico del Comune prevede la possibilità di realizzare nuove villette.

Per gli ambientalisti anche questa previsione urbanistica va cancellata, cioè va azzerato il consumo di suolo verde. I volontari del Circolo ambiente e di Testa di rapa ribadiscono la loro richiesta per l’utilizzo prioritario delle numerose aree dismesse presenti a Erba. Dichiarano i referenti delle 2 associazioni: «È veramente assurdo pensare a nuove edificazioni sulle poche zone verdi rimaste nella zona urbana di Erba. Bisogna impostare una variante al PGT che cancelli tutte le aree di edificazione su terreni agricoli. Si deve dare precedenza alla riqualificazione delle aree abbandonate, che potrebbero dare un nuovo volto al centro di Erba». Nel frattempo le associazioni proseguiranno con le proteste via web e social, in attesa di poter realizzare un evento in presenza, per giungere all’obiettivo del “Consumo di suolo zero a Erba”». [Circolo ambiente Ilaria Alpi]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: