L’eco del successo

Sono state settimane e giorni intensi per ecoinformazioni. Abbiamo deciso con l’irragionevole forza della ragione di ideare, animare, collaborare e seguire negli stessi giorni (fatalmente) due “eventi” (parola che usiamo con prudenza, ma questa volta è appropriata) di grande rilievo. La notte dei graffiti e L’altra Cernobbio nella nostra idea costituivano due facce entrambe indispensabili per compiere un altro piccolo passo nella costruzione di alternative a consumismo, censura, violenza, oscurantismo, guerra, ingiustizia, conformismo culturale, politico, sociale, artistico.

La nostra lillipuziana impresa giornalistica Arci ha teso fino allo sfinimento le corde di ciascuna, ciascuno, sciascunu delle persone che la animano. Tanta fatica, tanto lavoro, tanta ansia, tanta responsabilità, ma, a compimento dei tre giorni (2,3,4 settembre) nei quali tutto si è concentrato dopo un ‘estate di lavoro, la gioia di un reale “successo” (parola che usiamo con prudenza ma questa volta è appropriata). Per farlo è stata necessaria un’incredibile dose di entusiasmo, professionalità e anche umiltà per chiedere e ottenere di essere aiutati dalle tante reti (reali non virtuali) che abitiamo. Migliaia di immagini, un libro che ha tutti i colori che contrastano il nero, articoli, video, suoni, musica dal vivo, l’immersione in immagini straordinarie, centinaia di spettatori in una fabbrica dismessa, la “nostra” quella di Paolo Portoghese di Micaela Landoni, fondatori di ecoinformazioni – a loro tutto è stato dedicato -, e in un cinema parocchiale hanno spostato almeno in parte i riflettori dal liberismo di Villa d’Este alla realtà delle persone, alle utopie concrete e necessarie per cambiare il mondo. E’ stato bello. Lo abbiamo fatto e lo faremo ancora: Michela Borghi, Lux Callari, Fabio Cani, Pietro Caresana, Celeste Grossi, Jlenia Luraschi, Simone Mauri, Giuseppe Milano, Daniele Molteni, Dario Onofrio, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso, Valentina Rosso, Sara Sostini, Mauro Settegrani, Beatriz Traveso Pérez, le tante altre persone che per ecoinformazioni e per l’Arci ci sono sempre. [Foto Beatriz Travieso Pérez]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: