Politica

Si/ Indispensabile un dormitorio sempre aperto

Dopo la tragedia del 26 settembre, avvenuta nel bel mezzo del “salotto cittadino”,sono doverose alcune considerazioni. A pochissimi metri da turisti ospiti di strutture ricettive a da fiorenti attività commerciali perde la vita un clochard che aveva trovato riparo dal freddo in un cortile interno. Al di là delle indagini che verranno fatte dalla Procura cittadina per accertare cosa sia realmente accaduto, ci rendiamo conto di quanti soggetti (clochard o semplici uomini e donne che non hanno un tetto sopra la propria testa) vivono in strada ogni notte?

(altro…)

Non solo parrocchie, anche politica locale

Lungi da me non essere d’accordo con don Giusto… la storia dice che da sempre gli ho voluto bene, l’ho sempre apprezzato e stimato, condividendo tutte le sue scelte. Però leggendo il suo invito alle parrocchie a dare ospitalità ai profughi (che anch’io sono sicuro arriveranno in numero maggiore a Como), vorrei sottolineare che non si deve dimenticare l’impegno che deve sostenere la nostra città, l’impegno civico. Questo assolutamente senza dimenticare e sottolineare tutto quello che le comunità cristiane a Como hanno fatto e continuano a fare, seguendo, realizzando e attualizzando le scelte evangeliche. Como ha una lunga storia di accoglienza, è nel suo Dna.

(altro…)

Lissi/ Migranti opportunità per la città

«La lettera scritta da don Giusto Della Valle e da Rossano Breda alla vigilia della Giornata mondiale del migrante e del rifugiato non può lasciarci indifferenti. È sotto gli occhi di tutti che, ormai da qualche anno, siamo di fronte a un fenomeno, quello degli sbarchi e delle migrazioni, che interessa in particolar modo la nostra città. In questi giorni si parla di emergenza, ma in realtà è una questione strutturale e, pertanto, difficilmente la situazione cambierà.

(altro…)

ecoinformazioni on air/ La destra chiude

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 7,15 del 25 settembre di Metroregione di Radio popolare. Cosa chiude la destra oggi a Como? Dopo asili nido e scuole elementari,  centri di refezione e ricoveri di senza dimora la scure dell’onnipotenza del governo di Palazzo Cernezzi si è rivolta contro le associazioni d’arma, sfrattate insieme alla Bocciofila da una sede loro da decenni, per fare spazio alla raccolta di monete d’oro trovate anni fa in città.

(altro…)

Video e foto/ Congresso sinistra italiana Como/ Unanimità per “Diritti al futuro”

Nella Centro civico di via Grandi 21, la mattina del 23 settembre, al Congresso di sinistra italiana di Como, aperto dalla coordinatrice provinciale Celeste Grossi, sono intervenute forze politiche, sindacali e associazioni mettendo in evidenza i tanti punti di convergenza che già hanno animato impegno comune.

(altro…)

Video/ Foto/ Insieme per la Costituzione al Gloria

E’ di buon auspicio per la Manifestazione del 7 ottobre a Roma la riuscita dell’assemblea preparatoria del 21 settembre sera al Gloria. Non c’erano le masse, ma una cinquantina di persone hanno partecipato a un’incontro introdotto e guidato da Sandro Estelli, segretario della Cgil di Como. Si sono susseguiti i contributi di Medicina democratica, Arci, Federconusmatori, Auser, Libera, Legambiente, Arcigay, Anpi. Il fatto che i densi interventi che hanno illuminato le ragioni della manifestazione La via maestra si siano compenetrati rivelando anche un’inusuale concisione dei relatori/e che ha permesso di dare spazio all’apprezzatisimo film Full time (un pugno nell stomaco necessario per capire cosa è il lavoro oggi) è un primo successo. Quando si è uniti davvero poche parole bastano.

(altro…)

ecoinformazioni on air/ Scuola negata

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 19,45 del 20 settembre di Metroregione di Radio Popolare. Nonostante il calo delle iscrizioni a chi chiede di cambiare scuola a Como viene negato il diritto di farlo nelle scuole pubbliche.

(altro…)

Abitare è ancora un diritto?

Si alza la tensione politica in Lombardia e Milano, ancora una volta avanguardia regionale ma stavolta in negativo, si fa avamposto del nuovo modello repressivo del governo Meloni. La vicenda dell’esperienza politica di Tende in piazza, per come si è sviluppata finora, è esemplare in questo senso.

(altro…)

Baggi/ Cpr da chiudere non da moltiplicare

«Il Consiglio dei ministri di oggi ha inasprito le già disumane leggi italiane in materia di immigrazione. Il “Decreto Sud” altro non è se non un’ennesima raffica di provvedimenti solo repressivi: si parla infatti di nuovi CPR (Centri di permanenza pe il rimpatrio) uno per Regione e di prolungamenti dei tempi di trattenimento (detenzione) che si svilupperanno in “limite massimo di trattenimento dei richiedenti asilo entrati illegalmente che resterà di 12 mesi effettivi mentre quello delle persone presenti irregolarmente in Italia passerà dagli attuali 3 mesi ai 6 estendibili fino a 18”. Quei luoghi, che sono la negazione di ogni tipo di diritto ed all’interno dei quali non si contano più i tentativi di suicidio e gli atti di autolesionismo vanno chiusi, non ampliati.

(altro…)

Il Vortice/ L’importanza di nuove forme di militanza nell’era dell’iperpolitica

Nella terza giornata del festival di Iconografie Il Vortice, il secondo incontro con Anton Jäger, Maria Edgarda Marcucci e Lucia Pradella, moderati dal giornalista Leonardi Bianchi, ha riflettuto sul concetto di Iperpolitica. Una proposta di concettualizzazione di quel fenomeno che vede moltissime persone esprimere le proprie opinioni politiche, anche attraverso i social network, senza però che ciò si traduca in una reale mobilitazione strutturata in rivendicazioni politiche comuni.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: