Politica

Cristian Pardossi / 100 volte P.C.I. / 13

Il Congresso del ’72 segna un cambio al vertice del Partito: a Longo succede Enrico Berlinguer, che già dal ’69 aveva affiancato in qualità di Vice il Segretario. Figlio di Mario Berlinguer – che insieme a Giovanni Amendola aveva organizzato l’Aventino – Enrico si era avvicinato sin da giovanissimo al PCI, organizzando proteste e manifestazioni contro il caro del pane nella sua Sardegna.

(altro…)

Cristian Pardossi / 100 volte P.C.I. / 12

Negli stessi giorni in cui il PCI celebra il suo XI Congresso, avviene quello che da molti è considerato l’inizio della stagione della contestazione nel nostro paese: nella città di Trento, gli studenti occupano la Facoltà di Sociologia, avanzando rivendicazioni legate al riconoscimento del proprio ciclo di studi. E’ solo l’inizio di un movimento di protesta che nel breve volgere di un anno porta alle occupazioni delle Università di Pisa, Roma, Milano, Torino e Napoli.

(altro…)

+ scuola – Moratti e Locatelli

Sara Mastronicola

Presidio di Priorità alla scuola l’11 gennaio a Milano, non solo perché riprenda la didattica in presenza ma anche per censurare la nuova giunta delle destre in Regione. Sara Mastronicola, segretaria del Circolo di Magenta (Mi) di Rifondazione Comunista, è intervenuta per ricordare ai e alle giovani le malefatte di Letizia Moratti contro la scuola pubblica e le gesta di Alessandra Locatelli neo assessora alla Famiglia della giunta Fontana. Un intervento che è stato pienamente condiviso da Fabrizio Baggi, segretario regionale del Prc Lombardia:  «Condivido nella sua totalità ed in particolare nella descrizione del curriculum della neo assessora regionale (comasca) Alessandra Locatelli della quale ho avuto modo di conoscere la barbarie della sua azione politica quando anni fa ha ricoperto la carica di assessora alle politiche sociali del comune di Como».

Cristian Pardossi / 100 volte P.C.I. / 11

La condanna del correntismo e una certa diffidenza nei confronti della pubblicità del dissenso interno non significano che nel PCI non convivessero sin dalla sua nascita – e soprattutto dalla sua trasformazione in partito di massa – orientamenti e sensibilità diverse, di cui il prevalere del centralismo democratico aveva attutito la visibilità. Se Pietro Ingrao fu tra le figure più autorevoli della sinistra del Partito, a rappresentare ed incarnare le posizioni dell’ala moderata (quella riformista) fu sicuramente Giorgio Amendola.

(altro…)

15 gennaio/ Laicamente sorelle e fratelli tutti

Laicamente  sorelle e fratelli tutti. Una lettura dell’enciclica di Francesco, venerdì 15 gennaio alle 21, incontro dibattito on line. Mario Agostinelli (associazione Laudato si’), Raffaele Mantegazza (pedagogista, Università  Milano Bicocca), Elisabetta Piccolotti (Equologica) dialogheranno con Celeste Grossi (Arci),  Umberto Colombo (Cgil), Massimo Patrignani (Auser). Interventi  di esponenti di altri soggetti aderenti all’iniziativa che si svolge nell’ambito del Mese della Pace 2021.

(altro…)

Cristian Pardossi / 100 volte P.C.I. / 10

L’XI Congresso è teatro di un confronto acceso all’interno del partito. L’assise si svolge in un contesto profondamente mutato, non solo perché si tratta del primo congresso senza Togliatti (morto due anni prima), ma perché da quasi tre anni al governo del paese c’è una coalizione di centro-sinistra che vede coinvolto anche il partito socialista. Le due questioni al centro del dibattito riguardano la democrazia interna e la linea strategica del partito.

(altro…)

Cristian Pardossi / 100 volte P.C.I. / 09

Fondata da Antonio Gramsci nel ’24, l’Unità divenne l’organo di stampa del PCdI (nei primi due anni era stato “Il Comunista”) e poi del PCI, accompagnando la vita del partito fino al suo scioglimento e oltre.

(altro…)

Prc/ Famiglia leghista

«È notizia di queste ore la nomina ad Assessore alla famiglia nella Giunta di Regione Lombardia di Alessandra Locatelli, parlamentare leghista già ministro nel governo Lega / M5S ed ex vicesindaco e assessore ai servizi sociali del comune di Como.

(altro…)

Cristian Pardossi / 100 volte P.C.I. / 08

La presenza di intellettuali come Concetto Marchesi o Emilio Sereni tra i deputati comunisti eletti all’Assemblea Costituente dimostra l’attenzione particolare che fin dal dopoguerra il Partito Comunista ebbe nei confronti degli intellettuali e più in generale della politica culturale. Ad ispirare la linea politica del Partito c’erano le riflessioni che Gramsci aveva dedicato nei Quaderni al concetto di egemonia culturale, alla figura dell’intellettuale organico e al forte legame tra cultura e organizzazione politica; insieme alla lettura che Antonio Labriola aveva dato del pensiero di Marx.

(altro…)

Cristian Pardossi / 100 volte P.C.I. / 07

La caduta del fascismo, la ricostruzione delle istituzioni democratiche e il riconoscimento delle principali libertà segnano la rinascita del sindacato. Nel giugno del ’44, in una Roma ormai vicinissima alla sua liberazione, nasce la CGIL, ideale prosecuzione della CGdL nata agli inizi del secolo e poi sciolta dai fascisti. Tra i firmatari del Patto di Roma, insieme al socialista Buozzi e al cattolico Grandi, c’è Giuseppe Di Vittorio.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: