Terzo settore

Fondazione Comasca/ Al via i bandi Youthbank 2021

Nella conferenza stampa di giovedì 17 dicembre la Fondazione Comasca, tramite i ragazzi che si occuperanno di selezionare i progetti, ha presentato i nuovi bandi Youthbank per il 2021.

(altro…)

20 novembre/ Un’asta benefica per gli anziani della provincia di Como

Nella mattinata del 26 ottobre 2020 la Fondazione Provinciale della Comunità comasca ha presentato, in una conferenza stampa web alla quale hanno partecipato il presidente Martino Verga e diversi rappresentanti delle banche di credito cooperativo e società sportive che hanno aderito, il fondo Golden Age istituito per sostenere due progetti a sostegno della popolazione anziana in provincia di Como. Questo sarà sostenuto da un’asta benefica che coinvolge sportivi e musicisti che metteranno in palio diversi cimeli. Riportiamo di seguito il comunicato stampa rilasciato dalla Fondazione.

(altro…)

23-31 ottobre/ I cittadini come risorsa per le realtà locali

Spazio Giovani impresa sociale organizza all’interno del progetto #RiGenerazione un percorso web gratuito per associazioni e cittadini interessati a formarsi e mettere le conoscenze apprese a disposizione della comunità, aiutandola a recuperare risorse, progettare e innovarsi. Nel primo incontro di venerdì 23 ottobre alle 20,45 interviene anche Dario Onofrio di Arci Como.

(altro…)

Auser Como cerca volontari giovani per il progetto Time To Care

“Time to care” è un bando rivolto ai giovani tra i 18 e i 35 anni che vogliono impegnarsi, per un periodo di sei mesi, in attività di supporto e assistenza agli anziani. Ad Auser Como saranno assegnati 5 operatori. La domanda di partecipazione deve essere inviata direttamente alla pec comprensoriocomo@pec.auserinrete.it , utilizzando il form pubblicato con il Bando, entro le ore 14.00 del 31 ottobre 2020.

“Time to care” ha l’obiettivo di sostenere i giovani, promuovere lo scambio intergenerazionale e favorire l’inclusione delle persone anziane nella vita sociale, anche in considerazione del fatto che rappresentano la categoria più esposta al contagio del coronavirus Covid-19. I 1.200 giovani selezionati saranno impegnati in servizi di assistenza a domicilio o a distanza, in attività di “welfare leggero” (consegna di spesa, acquisto di farmaci, contatti con i medici di base, pagamento di bollette, consegne a domicilio), nell’assistenza da remoto, anche mediante contatti telefonici dedicati all’ascolto e al conforto di chi è solo, o in servizi informativi per gli anziani, anche online.I giovani, in possesso dei requisiti previsti dal Bando alla data di presentazione della domanda, devono candidarsi, a pena di esclusione, soltanto per una delle azioni progettuali consultabili sulle tabelle allegate al Bando e sui siti degli Enti che le hanno proposte.La domanda di partecipazione, inviata direttamente alla pec dell’ente di riferimento, utilizzando il form pubblicato con il Bando, deve essere presentata entro le ore 14.00 del 31 ottobre 2020.

Ad Auser Volontariato Como sono stati assegnati cinque operatori, che verranno selezionati nel corso del mese di novembre

I giovani “operatori”, selezionati firmeranno un contratto di collaborazione coordinata e continuata (co.co.co) e sarà loro riconosciuto un assegno mensile pari a 375€ netti, oltre ai contributi previdenziali; avranno una copertura assicurativa relativa ai rischi connessi allo svolgimento delle attività e saranno dotati di adeguati dispositivi di protezione individuale. Inoltre, riceveranno una formazione ad hoc per essere impiegati nelle azioni progettuali degli Enti del Terzo Settore e al termine delle attività verrà loro rilasciato dall’Ente un attestato di riconoscimento delle competenze.

“Durante l’emergenza sanitaria che abbiamo vissuto – spiega la Ministra Elena Bonetti – le iniziative spontanee di solidarietà nate in tanti luoghi del nostro Paese hanno avuto il volto di tanti giovani che hanno deciso di mettersi al servizio della propria comunità e, in particolare, delle persone più fragili. Con questo stesso spirito è nato il bando Time to care, che sono convinta darà a tante e a tanti l’occasione di fare un’esperienza straordinaria d’umanità. Ripartiamo dalla cura e dall’assistenza a chi ha più sofferto nei mesi di lockdown. È dalle energie dei nostri giovani che il Paese può rimettersi in cammino per costruire il suo futuro”.

“Partecipare a questo Bando – sottolinea il Ministro Vincenzo Spadafora – è per i giovani under 35 l’opportunità di mettere a servizio della comunità il proprio tempo e le proprie energie, dedicandosi alle persone anziane che hanno vissuto con grande sofferenza e disagio la fase più acuta dell’emergenza Covid-19 e che per i mesi a venire avranno ancora bisogno di sostegno e assistenza. Questo periodo così difficile ha evidenziato la capacità dei giovani di attivarsi in maniera straordinaria, in ogni settore della società, ricercando soluzioni e offrendo la propria disponibilità e competenza nell’affrontare situazioni complesse. Anche in questo caso sapranno dimostrare il proprio valore e sono certo che dall’incontro con un’altra generazione nascerà un’esperienza bella ed importante per tutti loro”.

Per ricevere informazioni sul bando si potrà anzitutto fare riferimento all’indirizzo mail attivato dal Forum del Terzo settore: timetocare@forumterzosettore.it, oppure contattare la sede di Como al numero 031-275038 o alla mail info.como@auser.lombardia.it .


Sei interessato a questa opportunità? clicca qui per scaricare testo dell’avviso di selezione in formato .pdf

[Fonte: CSV Lombardia]

Assistenti civici: una boiata pazzesca

Il presidente nazionale di Auser Enzo Costa, a nome di tutto il Forum del terzo settore, respinge la proposta del ministro Boccia e dell’Anci, per utilizzare forza lavoro non pagata in operazioni di controllo sociale nelle città. Marco Bascetta, con un editoriale sul quotidiano Il Manifesto, offre una lettura molto lucida di cosa si nasconde dietro a questa strampalata proposta [M.P.]

(altro…)

Si discute (seriamente) di co-progettazione

Due interessanti articoli pubblicati da secondowelfare.it fanno il punto sull’applicazione dell’articolo 55 del Codice del terzo settore. Un livello di discussione serio e responsabile, ben lontano dalle vuote proposte governative che circolano in questi giorni e che ancora una volta ripropongono la logica di un volontariato sostitutivo e subalterno.

(altro…)

Fondo politiche sociali – Poche risorse e vecchie politiche

Regione Lombardia, con una delibera del 15 aprile, ha ripartito le risorse nazionali del fondo politiche sociali (annualità 2019 – esercizio 2020). 56 milioni di euro, 17 dei quali destinati all’emergenza coronavirus. Oltre 3 milioni per la provincia di Como. Si tratta di risorse che verranno gestite dai “piani di zona”. Con quali criteri? Con quale coinvolgimento delle comunità locali? L’83% della spesa sociale è sulle spalle dei Comuni e dei cittadini utenti!

(altro…)

Forum terzo settore Lombardia/ La strage degli innocenti

Alle persone più fragili è negato l’accesso alle cure.
Una forte denuncia dal Forum Terzo Settore Lombardia insieme a Ledha, Uneba Lombardia e Alleanza Cooperative Italiane-Welfare Lombardia, con l’adesione di Acli, Auser, Arci, Cnca e tante altre associazioni

(altro…)

Csv Insubria/ Info Terzo settore

Chiarezza e concretezza sono importanti nella situazione di crisi che stiamo vivendo; ciò vale anche per il Terzo settore, tra i più colpiti dall’epidemia di Covid-19. Riportiamo un estratto della newsletter, a cura di Csv Insubria, con tutte le novità, gli aggiornamenti sugli adempimenti (contenuti nel decreto) e sull’impatto dell’emergenza Coronavirus sulle attività di volontariato e promozione sociale.

(altro…)

Resistenza virale: aggregazione e socialità ai tempi del virus

L’Arci non rinuncia ai propri ideali di aggregazione, condivisione e socialità: nasce Resistenza Virale, una nuova campagna per far confluire in rete quelle iniziative, midollo spinale dell’associazione, organizzate dai circoli su tutto il territorio nazionale.

Ascolta Radio resistenza virale.

«Con le restrizioni per contenere il diffondersi del Coronavirus gli spazi Arci sono pressoché tutti chiusi. ‘Resistenza virale’ è la nuova campagna dell’Arci nazionale che vuole riunire tutte le iniziative culturali e di solidarietà organizzate utilizzando la tecnologia e la rete digitale. Lo scopo è contrastare l’isolamento e la solitudine di chi in Arci trovava aggregazione e socialità di cui tutti abbiamo sempre bisogno.

L’Arci ha oltre 1 milione di soci e tutti i giorni proponeva migliaia di appuntamenti: corsi di italiano per stranieri, scuole di ballo, teatro, concerti, ristoranti, cinema e molti di questi erano proprio in aree marginali dove rappresentano l’unica proposta culturale.

È una crisi molto seria, dove l’isolamento e la solitudine possono essere aggravati per chi non ha famiglia o vive solo.

La programmazione è disponibile sul sito arci.it» [Arci Nazionale]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: