Around

Con la cultura non si mangia, bugia!

boeriNell’ambito dell’iniziativa Around, organizzata dall’Accademia Galli di Como e coordinata da Tommi Sacchi si è svolto all’Accademia Galli nel pomeriggio di mercoledì 22 gennaio un incontro con Stefano Boeri. L’iniziativa aperta da un breve video è stata ricca di idee e di suggestioni sulla possibilità di costruire officine creative, spazi liberi di creatività che, tra l’altro, sono in grado di nascere anche se le istituzioni non li promuovono. In Italia sono molte le persone che non si accontentano del ruolo di utilizzatori o di consumatori di cultura e che si organizzano per creare. Il modello di riferimento e’ quello di una città che diviene fabbrica diffusa della cultura, che quindi diviene principio ordinatore delle azioni politiche pubbliche, moltiplicatrice di ricchezza e proposta capace di pervadere la vita dei cittadini. Il dialogo, partito dal libro di Boeri uscito lo scorso anno, Fare di più con meno, ha poi toccato tutti i temi dell’esperienza amministrativa nelle aree metropolitane, con un confronto tra il modello Massenzio di Nicolini a Roma a fine anni ’70 dello scorso secolo e il modello della cultura diffusa milanese di Boeri.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: