Cgil Como

Presidio unitario di Cgil, Cisl e Uil contro la manovra

I sindacati confederali hanno indetto a Como davanti alla Prefettura, in via Volta, un presidio per protestare contro la manovra economica varata dal Governo Monti, l’appuntamento è per lunedì 12 dicembre dalle 10.30 alle 12.30 al grido di: «Ci sono alternative: paghi chi ha di più»

Cgil in-forma ottobre 2011

È in distribuzione il nuovo numero  della newsletter mensile della Cgil di Como. Per ricevere Cgil in-forma via mail scivere a cgilinformacomo@gmail.com. Sfoglia on line Cgil informa. [Si consiglia di scegliere la modalità schermo intero per evitare la pubblicità di Calameo]

Buon compleanno Italia!

La Camera del Lavoro di Como invita tutti i cittadini mercoledì 16 marzo, alle ore 18.30, nel Salone Noseda, in via Italia Libera 23, per festeggiare con un brindisi questa ricorrenza. Saranno rievocati, nel corso di un reading, alcuni momenti salienti del Risorgimento italiano.

La Cgil denuncia: a Como situazione di degrado degli edifici scolastici

In una nota diffusa giovedì 25 novembre  Gabriella Bonanomi della segreteria della Camera del lavoro di Como denuncia la situazione di degrado degli edifici scolasticie afferma:  «La scuola statale ha diritto alle pari opportunità». Leggi nel seguito del post il Comunicato. (altro…)

La Cisl di Como sospende ogni rapporto con la Cgil

La reazione della Cisl Lombarda e di quella di Como ai fatti di Treviglio è durissima. Il segretario comasco Fausto Tagliabue ha comunicato alla Cgil lariana la sospensione «di ogni rapporto o iniziativa unitaria nel nostro territorio fino a che non avverranno atti di presa di distanza e condanna da parte delle strutture della Cgil degli episodi violenti di cui è stata oggetto la Cisl di Treviglio». Leggi nel seguito del post il documento  della Cisl e la risposta del segretario della Camera del lavoro di Como Alessandro Tarpini. (altro…)

No alla manovra, la Cgil di Como verso lo sciopero del 25 giugno

Alessandro Tarpini, segretario della Camera del Lavoro di Como: «Manovra iniqua: colpirà le famiglie, i ceti medio-bassi, già colpiti dalla crisi e gli enti locali. In provincia alcuni comuni rischieranno la bancarotta». Leggi il comunicato (altro…)

Giù le mani dalla Ca’ d’industria

Alcune centinaia di persone hanno partecipato davanti alla Prefettura di Como venerdì 12 marzo dalle 10 al presidio organizzato dalla Cgil nell’ambito dello sciopero generale «Lavoro, fisco, cittadinanza. Cambiare si può».

Lavoratori, pensionati esponenti sindacali di tutte le categorie hanno animato venerdì 12 marzo dalle 10 avanti alla prefettura di Como  il presidio della Cgil. Del tutto assenti gli studenti che pure in analoghe manifestazioni in corso in tutti i capoluoghi italiani hanno dato pieno sostegno alla proposta del maggiore sindacato italiano.
Il segretario dell Cgil di Como in un breve discorso ha richiamato i temi al centro della mobilitazione ricordando in particolare l’attacco ai dirtti dei lavoratori ed il modo particolarmente subdolo e antidemocratico con il quale ancora si pongono ostacoli all’applicazione dell’articolo 18. Alessandro Tarpini ha inoltre citato due questioni relative alla realtà comasca sulle quali il sindacato  chiede l’intervnto del prefetto: la drammatica situazione delle scuole ormai prive delle risorse indispensabili ad assicurare il diritto allo studio dei giovani e l’attacco alla Ca’ d’industria, patrimonio pubblico frutto delle donazioni che da due secoli i cittadini hanno assicurato, oggi colpita da un processo pericolossisimo di esternalizzazione.
Gli hanno fatto eco i lavoratori che hanno scandito lo slogan «Giù le mani dalla Ca’ d’industria».
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: