Salute

Cambiamento climatico: un problema (anche) locale

Nella serata di venerdì 3 dicembre si è tenuta Migrazioni climatiche, la prima di due conferenze organizzate dall’associazione Battito d’ali nell’ambito del progetto Il futuro è oggi, intitolate Clima 1-Uomo 0 autogol! Cambiamenti climatici e la partita che bisogna vincere. Claudio Foglini, naturalista, e Fabio Barni, biologo, sono stati i due ospiti dell’iniziativa, svoltasi in presenza al Csv di Como in via Col di Lana 5 ed online su Facebook.

(altro…)

1 dicembre/ Educazione sessuale con Como pride e Party con noi

Di fronte all’inadeguatezza delle istituzioni scolastiche ed alla disinformazione diffusa sul tema, mercoledì 1 dicembre, al tempio voltiano, dalle 15.00, il gruppo organizza con Party con noi un pomeriggio d’informazione su malattie sessualmente trasmissibili, Hiv e Aids.

(altro…)

Ombrelli vitali/ Meno male che piove

Della salute dei cittadini sembra non interessare nulla a nessuna istituzione comasca, abbagliate dal luccichio delle vetrine natalizie e dalle crisi di consumismo compulsivo di alcuni potentissimi concittadini. Tanti di noi hanno guardato in cielo perché sia meno pesante il tributo di vite umane offerto alla divinità “economia” nutrita dagli affollamenti giulivi di migliaia di persone a Como. E il cielo ci salva. Piove. Piove! auguri a tutti coloro che sopravviveranno (forse anche qualcuno di noi) grazie al maltempo che terrà lontani da Como i masoconsumisti che in grandi mandrie minacciavano di invadere la città alla ricerca di paccottiglia da regalare a nemici. Non solo: chi spinto da invincibile autolesionismo vorrà ugualmente partecipare alla kermesse, che di natalizio ha solo la tredicesima, dovrà per decreto meteorologico utilizzare la meravigliosa apparecchiatura di distanziamento fisico messa a punto dai tecnici della Nasa: si tratta di quelli che un tempo si chiamavano “ombrelli” oggi assurti a presidio medico chirurgico salvavita. Con l’ombrello almeno qualche centimetro di distanziamento è certo. Evviva! E vivo. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

Una “riforma” contro la salute

Mercoledì 24 novembre si è svolto, allo spazio Gloria Xanadù, l’incontro pubblico:  “ Riforma sanitaria Lombarda: quali prospettive per la sanità comasca”, organizzato dalla rete Cittadella della salute in collaborazione con i partiti di opposizione in Consiglio regionale Pd, M5s, gruppo regionale Più Europa Radicali, e con i sindacati Cgil, Cisl e Uil. L’obiettivo era principalmente quello di informare i cittadini e le cittadine su come si modificherà la proposta territoriale dal punto di vista sanitario e socio-sanitario e quanto il nuovo assetto sarà in grado di rispondere realisticamente ai bisogni delle persone.

(altro…)

ecoinformazioni on air/ Cattivi propositi

Il servizio di Gianpaolo Rosso nell’edizione delle 19,45 del 22 novembre di Metroregione di Radio popolare. Non è il solito bla bla. Peggio. Non si tratta di buoni propositi ma addirttira di progetti certamente inquinanti. L’idea dell’Acsm Agam comasca, in piena crisi ambientale globale è realizzare una nuova linea dell’inceneritore della Guzza a Como.

Il motivo è che i fanghi residui della depurazione delle acque civili e industriali non vengono assorbiti abbastanza dall’agricoltura e quindi l’ideona di bruciarli anche se poi bisognerà preoccuparsi anche delle ceneri ottenute.

Unanime l’opposizione delle associazioni impegnate per l’ambiente e la salute delle persone. Tutte da Legambiente al circolo Ilaria alpi, dal Wwf all’Arci, da Fridays for future all’Auser ricordano che il nuovo impianto determinerebbe anche se venisse rispettata la legge un incremento delle sostanza tossiche emesse nell’aria. Sarebbe più giusto limitare e non ampliare gli impianti esistenti; la popolazione della zona, già danneggiata dalla liberazione di sostanze tossiche n 50 anni di vicinanza all’inceneritore, ha diritto a essere tutelata prima degli interessi dell’azienda. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni ]

Video/ Quali prospettive per la sanità comasca?

Una conferenza stampa ricca di spunti di riflessione il 22 novembre, via zoom, con la partecipazione della rete Cittadella della salute, i partiti di opposizione in Consiglio regionale Pd, M5s, Gruppo Regionale Più Europa – Radicali e le forze sindacali Cgil, Cisl e Uil. Tutti gli interventi hanno messo in evidenza più ombre che luci in merito alla Riforma Sanitaria attualmente in discussione in Regione Lombardia. L’incontro ha presentato il tema che sarà discusso nell’omonima iniziativa del 24 novembre allo Spazio Gloria in vai Varesina 72 a Como dalle 17,30 alle 20. Ingresso libero con Green pass, diretta sulle pagine fb di ecoinformazioni e dell’arci di Como.

(altro…)

Como Comune/ No ai balocchi pericolosi

Como comune, la convergenza delle sinistra, è contro la concessione per la Citta dei balocchi e scrive al sindaco Landriscina, primo responsabile sella salute dei cittadini e delle cittadine, sottolineando i rischi connessi all’iniziativa in grado di assembrare migliaia di persone nel centro di Como sottratto alla città.

(altro…)

Orsenigo (Pd)/ Riforma della sanità inadeguata

Riforma della sanità, Orsenigo (Pd): «Una riforma fabbricata a tavolino che non risolve i problemi comaschi: posti letto, ex Sant’Anna, medicina del territorio, pronto soccorso strapieni. Ecco le proposte per Como».

(altro…)

9 settembre/ Onderosa/ Il ciclo mestruale non è un lusso

«In Italia si stima che ogni mese 21 milioni di donne acquistino prodotti sanitari, per un totale di circa 2.6 miliardi di prodotti venduti. Il prezzo medio di una confezione di assorbenti è di circa 4 euro per una spesa annuale di circa 126 euro di cui 22,88 euro come Imposta sul Valore Aggiunto (Iva). I prodotti sanitari per il ciclo mestruale, nonostante costituiscano un bene primario, sono sottoposti all’Iva al 22%, cioè l’aliquota massima contemplata dal sistema fiscale italiano, equiparandoli dunque a beni di lusso. Quindi, per fare un esempio, comprare una bottiglia di superalcolico è equiparabile a comprare un assorbente. Naturalmente è un controsenso, poiché avere il ciclo non è una scelta. Per questo l’associazione Onderosa si è mobilitata, dando il via ad una staffetta che attraversa tutta Italia per sensibilizzare istituzioni e cittadinanza sul tema; questa farà tappa a Como, al palazzo della provincia, giovedì 9 settembre alle ore 18.

(altro…)

Perché il vaccino

[Intervento iniziale e traduzione in inglese]

La serata Covid 19: perché il vaccino di giovedì 17 giugno nello spazio esterno dell’oratorio di Rebbio, Nell’incontro organizzato dalla Scuola popolare di cittadinanza di Rebbio con la collaborazione della Rete scuole di Italiano per stranieri di Como, una cinquantina di persone, molti tra loro i migranti, hano affrontato il complesso tema del diritto a vaccinarsi dei vantaggi connessi a tale scelta dei dubbi e delle preoccupazioni.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: