Cgil Como

8 aprile/ Sciopero di 8 ore e presidio

Henkel Lomazzo, tante istituzioni in aiuto ai dipendenti che rischiano il  posto: ora si tratta - CiaoComo

Filctem Cgil, Femca Cisl, Uiltec Uil, Allca Cub proclamano nella giornata dell’8 aprile otto ore di sciopero e manifestano davanti allo stabilimento Henkel di Lomazzo, in viale Como 22.

(altro…)

Cgil/ No passerelle, si vaccinazioni

Matteo Mandressi della segreteria della Cgil di Como commenta le dichiarazioni di Guido Bertolaso in merito all’hub vaccinale che doveva essere allestito a Muggiò ma poi, per ragioni estetiche Bertolaso vuole spostare a Villa Erba, ritardando così la predisposizione di un luogo indispensabile per la salvezza di chi vive nel territorio comasco.

(altro…)

8 Marzo/ Sindacati insieme sul divario retributivo di genere

«Gender pay gap – Divario retributivo di genere: a che punto siamo? Quali strategie per colmare la differenza?: questo il titolo dell’evento online promosso da Cgil, Cisl e Uil in occasione della Giornata internazionale della donna, il prossimo 8 marzo.
Una tavola rotonda in cui, a partire dalle ore 14.15, Elisa Di Marco, segretaria territoriale Cisl dei Laghi, Lorena Panzeri, segreteria territoriale Cgil di Como e Serena Gargiulo, segreteria territoriale Uil del Lario, dialogheranno con: Margherita Roiatti – Ricercatrice Adapt; on. Chiara Braga – Deputata e rappresentante territoriale; Simone Varva – docente Università degli studi di Milano Bicocca. L’evento potrà essere seguito sulle pagine Facebook di Cgil Como, Cisl dei laghi e Uil Lario.

(altro…)

Sorelle e fratelli per un Nuovo mondo

Più di duecento persone hanno seguito sulla piattaforma di streaming e sulla diretta fb il 15 gennaio l’incontro-dibattito online Laicamente sorelle e fratelli tutti. Una lettura dell’enciclica di Francesco. Mario Agostinelli (associazione Laudato si’), Raffaele Mantegazza (pedagogista, Università Milano Bicocca), Elisabetta Piccolotti (Equologica) hanno dialogato con Celeste Grossi (Arci),  Umberto Colombo (Cgil), Massimo Patrignani (Auser). L’iniziativa, inserita nell’ambito del Mese della Pace 2021, è stata organizzata da Arci, Auser e Cgil.

(altro…)

L’evoluzione della pandemia nel territorio dell’Insubria

«Si è tenuto giovedì 22 ottobre 2020 l’incontro (in video conferenza) con la direzione dell’Ats Insubria richiesto dalle Organizzazioni Sindacali Confederali di Varese e Como unitamente alle categorie del Pubblico Impiego e dei Pensionati. All’incontro erano opportunamente presenti le rappresentanze delle Asst del territorio dell’Insubria ovvero Asst Lariana, Asst Valle Olona e Asst Sette Laghi.

(altro…)

25 settembre/ Gianna Fracassi

Il 25 settembre, alle 17,30, si terrà allo Spazio Gloria il videodibattito “Buon lavoro, bell’ambiente” con Gianna Fracassi, vicesegretaria della Cgil nazionale con delega all’ambiente. Modera Massimo Patrignani di Como futuribile; intervengono Umberto Colombo, segretario provinciale Cgil, e Celeste Grossi di Arci. L’iniziativa è inserita nel cartellone del progetto Como futuribile di Arci Como, Auser volontariato Como, L’isola che c’è e Legambiente Como.

(altro…)

Nessuno spazio per chi inneggia al ventennio fascista

Sì è tenuta questa mattina, 24 luglio, la conferenza stampa per la presentazione pubblica dell’appello alle istituzioni democratiche perché impediscano l’ulteriore sfregio alla legalità repubblicana annunciato per domenica prossima, 26 luglio (a ridosso della data di nascita di Mussolini), quando i nostalgici della dittatura fascista intendono ricordare il loro duce e i loro gerarchi.

Quest’anno, a causa delle restrizioni imposte dall’emergenza sanitaria covid-19, infatti, non si era potuta tenere la “commemorazione” fascista a ridosso del 25 aprile (Mussolini e i gerarchi vennero fucilati in nome del popolo italiano il 28 aprile 1945). Ma, pur dilazionata di qualche mese, la messa in scena nostalgica non perde di gravità, così come non diminuisce la responsabilità delle autorità che, anche quest’anno, hanno – almeno fino ad ora – deciso di dare via libera alla manifestazione.

Per questo un nutrito gruppo di realtà del territorio hanno rivolto un appello alle istituzioni – in primo luogo al prefetto, rappresentante sul territorio del governo nazionale – perché venga ripristinata la legalità repubblicana e ribadita la fedeltà alla Costituzione nata dalla Resistenza.

La manifestazione fascista di Dongo del 29 aprile 2018.

«Anche quest’anno, sia pure in data inconsueta, – si legge nella lettera ufficiale – associazioni cosiddette culturali si ripromettono di “commemorare” i fatti che sul Lago di Como hanno definitivamente chiuso il tragico ventennio dittatoriale fascista.

In nome dei valori espressi nella Costituzione Repubblicana, condivisi dalla stragrande maggioranza del popolo italiano, e conformemente a numerose leggi delle Stato, le sottoscritte realtà chiedono che in modo netto e irrevocabile tutte le manifestazioni di stampo apologetico (che nulla hanno a che fare con qualsiasi forma di suffragio e commemorazione funebre) NON siano consentite in questa occasione e negli anni futuri. Consideriamo questo un dovere per le autorità e per le istituzioni della Repubblica.»

La lettera è firmata da ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia), Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta”, ARCI provinciale, ACLI, Como senza frontiere, Associazione Lissi, Soci Coop Lombardia, Osservatorio democratico sulle nuove destre, Articolo uno, Monimento 5Stelle, PD, PRC, Sinistra Italiana, CGIL, CISL e UIL.

L’appello è stato inviato oltre che al prefetto e al questore anche al procuratore della Repubblica perché anche a Como vengano intraprese le adeguate azioni giudiziarie, che a Milano hanno portato a recenti pronunciamenti del Tribunale di Milano (come si legge nella lettera dell’ANPI di Como pure consegnata ufficialmente alle autorità locali).

Al riguardo è stata anche presentata, dall’on. Chiara Braga del Partito Democratico, un’interrogazione al Ministro dell’Interno.

Non risulta che – fino ad ora – vi siano state risposte da parte delle istitutizioni.

[FC, ecoinformazioni]

Cgil/ Umberto Colombo segretario

Dopo Giacomo Licata, segretario della Cgil di Como è Umberto Colombo. Nuova segreteria: Rosaria Maietta, Matteo Mandressi, Umberto Colombo, Lorenza Panzeri, Sandro Estelli.

«Oggi [10 giugno 2020] l’assemblea generale della Cgil di Como  ha eletto Umberto Colombo nuovo segretario provinciale della Cgil di Como. Sostituisce Giacomo Licata, segretario dal 2016. I componenti dell’assemblea generale sono rimasti collegati in videoconferenza da remoto, mentre la votazione si è effettuata in presenza e con scrutinio segreto.

Classe 1959, Colombo inizia la sua attività in Cgil negli anni ottanta, come delegato Fiom nel consiglio di fabbrica della Franco Tosi di Legnano. Nel 1989 diventa funzionario Fiom Ticino Olona e successivamente passa alla Fiom di Varese, seguendo il comprensorio di Busto Arsizio. Nel 1991 entra nella segreteria provinciale della Filtea (tessili) e due anni dopo, a marzo del 1993, viene eletto segretario della Filtea Cgil del Ticino OIona. A novembre del 2000 fa il suo ingresso in segreteria della Camera del Lavoro di Varese, con delega alle politiche contrattuali e alla sicurezza sul lavoro. Da ottobre 2008 è componente, con delega all’organizzazione, della segreteria dello Spi Cgil, il sindacato dei pensionati, dove tre anni più tardi, a maggio del 2011, viene eletto segretario.

A novembre 2013 è stato eletto segretario generale della Camera del Lavoro di Varese, incarico che ha ricoperto fino a oggi.

 «La fase difficile che stiamo vivendo a causa della pandemia da Covid – commenta il neo segretario provinciale della Cgil Umberto Colombo – ha mostrato la fragilità dei sistemi sanitario ed economico. Per questa ragione, occorre un intervento per difendere e migliorare le condizioni della sanità pubblica. Inoltre, serve un nuovo modello di sviluppo per rilanciare il tessuto produttivo ed economico, anche nella provincia di Como, attraverso una politica d’investimenti pubblici e privati a favore del lavoro e delle attività economiche locali».

«Questi mesi difficili – continua Colombo – hanno dimostrato quanto sia stato decisivo il lavoro per combattere e sconfiggere l’emergenza sanitaria. Si pensi, per esempio, al ruolo fondamentale delle lavoratrici e dei lavoratori della sanità che hanno operato negli ospedali e nelle rsa, come pure gli addetti dei servizi che hanno garantito la catena alimentare. La tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro ha ribadito ancora una volta quanto sia importante il sindacato, soprattutto per il contributo cruciale di delegate e delegati rsu e rls».

«Per uscire dalla crisi – conclude il segretario provinciale della Cgil – bisogna scongiurare i licenziamenti e assicurare i livelli occupazionali, garantendo continuità e sviluppo produttivo. Per questo, occorre al più presto un confronto con le istituzioni anche a livello locale per affrontare la fase successiva».

Oggi è stata eletta anche la segreteria della Camera del Lavoro. Entrano Sandro Estelli e Rosaria Maietta, che conserveranno anche i rispettivi ruoli di segretari di categoria, e Lorena Panzeri, che lascia il ruolo di segretaria della Filctem di Varese.  Viene confermato Matteo Mandressi.

Precedentemente, il direttivo della Camera del Lavoro aveva preso atto delle dimissioni di Giacomo Licata e della segretaria organizzativa Chiara Mascetti, rimasti facenti funzione fino all’elezione della nuova segreteria. La Cgil di Como ringrazia tutta la segreteria uscente per l’apprezzato e competente lavoro svolto in questi anni, compresi questi ultimi mesi davvero difficili per il territorio lariano.

Nella foto della nuova segreteria (da sinistra) Rosaria Maietta, Matteo Mandressi, Umberto Colombo, Lorenza Panzeri, Sandro Estelli)». [Ufficio stampa Cgil Como]

1 maggio/ Arciwebtv/ Come cambiano lavoro e sindacati

Dalle 17/ Come è cambiato il lavoro negli ultimi anni? Per saperlo si può dare uno sguardo al Rapporto sintetico sulle attività: accessi, servizi di tutela e tesseramento della Cgil comasca nel 2017. Dati che ancora sembrano attualissimi e che vanno tenuti presenti considerato quello che succederà nell’immediato futuro per fare un confronto. Leggi l’articolo su ecoinformazioni.

Gli altri programmi del 1° maggio.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

25 aprile/ Arciwebtv/ Quel 25 aprile

Dalle 09/ Il video “Quel 25 aprile” è stato realizzato dalla Cgil – Camera del Lavoro territoriale e Sindacato Pensionati di Como – nel 2005, in occasione del 60° anniversario della Liberazione e presenta una sintesi delle interviste – realizzate da Luca Fonsdituri, Riccardo Pontiggia e Alessandro Tarpini – a Guido Bortolotto, Ernesto Briz, Fabio Degano, Mario De Rosa, Ines Figini, Gaetano Lillia, Ernesto Maltecca, Carla Riva, Anna Sacerdoti, Luigi Spolaor, Ferruccio Vittani, Cesare Zanella. Molte di queste persone, purtroppo, in questi quindici anni ci hanno lasciato, ma le loro testimonianze sono la loro più ricca eredità.

Gli altri programmi del 25 aprile.

La programmazione completa di Arci Como WebTV.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: