elezioni provinciali 2014

12 ottobre/ Scelta antidemocratica

logoufficiale_laltraeuropa400Il Comitato comasco de L’altra Europa «chiede a sindaci e consiglieri comunali di astenersi dal voto così da non rendersi complici e, comunque, essere coinvolti in una scelta antidemocratica, manifestando pubblicamente il dissenso verso quanti vogliono instaurare un’oligarchia nelle nostre comunità e nel nostro Paese». Leggi il comunicato.

 

Livio: «La mia candidatura per tutto il territorio»

maria rita livio«Basta con le divisioni meramente ideologiche: creiamo una Provincia capace di valorizzare tutte le esperienze – afferma in un comunicato la candidata alla presidenza della Provincia del Pd Maria Rita Livio –. Costruire una rete tra il più elevato numero di Amministrazioni Comunali, qualsiasi sia il “colore” di appartenenza, cosicché il territorio comasco possa ottenere quei risultati che la Provincia lariana si attende».

 

«Con la presentazione delle candidature alla Presidenza della Provincia e per i 12 consiglieri provinciali si apre un breve periodo che, se bene utilizzato, porterà tutti a riflettere sul ruolo che può ancora avere un’istituzione come la Provincia – rimarca Livio –. Dobbiamo utilizzare questo tempo per approfondire la conoscenza delle necessità avvertite dagli amministratori comunali (sindaci, giunte, consiglieri) nonché da tutti i cittadini».

Per la sindaca di Olgiate Comasco Villa Saporiti deve diventare: «Un ente dalla duplice funzione: essere al servizio degli amministratori di tutti i Comuni, soprattutto quelli di piccole dimensioni, che spesso non hanno risorse sufficienti per rispondere ai bisogni dei propri cittadini; rappresentare in modo unitario il nostro territorio sui tavoli che coinvolgono non solo le istituzioni (Regione, altre province lombarde, Università, Camere di commercio) ma anche gli enti pubblici e privati che operano nel Comasco come, per fare un esempio, le società di gestione delle reti di trasporti, da quelle relative ai servizi ferroviari alle autostrade. Il comprensorio Comasco riavrà un ruolo attivo e da protagonista solo se sarà capace di fare rete. Per questo occorrerà superare la disastrosa esperienza degli ultimi anni, ovvero quella caratterizzata da contrapposizioni meramente ideologiche, ed arrivare invece a valorizzare risorse e competenze ampiamente presenti nei consigli comunali, a partire dalle esperienze e dall’entusiasmo delle tante liste civiche comasche». [md, ecoinformazioni]

Elezioni provinciali

provincia_como_saporitiCarioni ha firmato il decreto per la tornata elettorale di secondo livello de 12 ottobre prossimo.

 

«È stato firmato oggi [mercoledì 27 agosto] dal commissario straordinario Leonardo Carioni il decreto di indizione delle elezioni per il presidente della Provincia di Como e di 12 consiglieri provinciali. Le operazioni di voto si svolgeranno il 12 ottobre, dalle 8 alle 20, presso la sede dell’Amministrazione provinciale».

«In particolare il Consiglio provinciale sarà eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali dei Comuni della Provincia – ricorda una nota di Villa Saporiti –. L’elezione avverrà sulla base di liste composte da un numero di candidati non superiore al numero di consiglieri da eleggere (12) e non inferiore alla metà degli stessi (6), sottoscritte da almeno il 5 per cento degli aventi diritto al voto. Il presidente della Provincia sarà eletto dai sindaci e dai consiglieri comunali dei Comuni della Provincia. L’elezione avverrà sulla base di presentazione di candidature sottoscritte da almeno il 15 per cento degli aventi diritto al voto» (decreto di indizione delle elezioni; decreto di costituzione dell’ufficio elettorale e del seggio). [me, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: