l’isola che c’è

Successo arcobaleno a L’isola che c’è

  • L’acqua è stata in ogni senso al centro della settima edizione della Fiera delle relazioni e delle economie solidali che si è svolta a Villa Guardia il 18 e 19 settembre.  Sono stati migliaia i visitatori soprattutto la domenica e molti (quasi 4000, circa 1 ogni 4 partecipanti) hanno ricevuto le Pagine arcobaleno anche quest’anno frutto dell’impegno di ecoinformazioni. Sfoglia on line le Pagine arcobaleno 2010.  Particolarmente positivo anche l’esito della sperimentazione – alla quale ecoinformazioni ha partecipato –  del laboratorio di giornalismo solidale News km zero con circa 3000 contatti in pochi giorni. Per raggiungere il blog News km zero vai al sito de L’isola che c’è.

C’è L’isola che c’è

180 espositori (40 presenti per la prima volta), 200 volontari, 2 giorni di dibattiti, incontri, performance… Sono i primi numeri de L’isola che c’è 2010, la settima fiera provinciale delle relazioni e delle economie solidali, che è stata presentata il 15 settembre nel corso di una conferenza stampa al Csv di Como. Si svolgerà a Villa Guardia nel Parco comunale sabato 18 e domenica 19 settembre. Ingresso libero con Pagine arcobaleno. (altro…)

Volontari dell’informazione per L’isola che c’è

Numerosi giornalisti, fotografi e cineoperatori, tutti volontari, parteciperanno al laboratorio sperimentale News km zero per raccontare la Fiera L’isola che c’è in diretta il 18 e 19 settembre attraverso un blog realizzato per l’occasione che sarà inserito nel sito www.lisolachece.org. (altro…)

Giornalismo solidale lunedì 6 settembre alle 18 al Csv

Alla Fiera delle relazioni e delle economie solidali L’isola che c’è del 18 e 19 settembre a Villa Guardia si sperimenterà il progetto News km zero che prevede l’attivazione delle redazioni di alcuni media locali, di freelance e di ragazzi e ragazze che saranno impegnati come giornalisti, fotografi e videoperatori. Per organizzare il lavoro e procedere ad una prima formazione dei “Volontari dell’informazione” è importante l’incontro che si svolgerà lunedì 6 settembre a Como in via Col di lana 5 al Centro servizi per il volontariato. Altre informazioni sul sito de L’isola che c’è. (altro…)

News km zero primo incontro lunedì 6 settembre 2010 al Csv

Cercasi giornalisti, fotografi, cineoperatori volontari per raccontare L’isola che c’è in diretta. La redazione, coordinata da ecoinformazioni, coinvolgerà i media partner de L’isola che c’è  e tutti i giornalisti che vorranno parteciparvi e sarà operativa grazie alla collaborazione di ragazze e ragazzi “volontari dell’informazione” che   durante lo svolgimento della Fiera animeranno con testi, immagini e video il blog News km zero. Appuntamento per saperne di più nella sede del Csv in via Col di lana 5 a Como lunedì 6 settembre alle 18. Per informazioni e adesioni: ufficiostampa@csv.como.itfiera@lisolachece.org. (altro…)

L’isola che c’è il 18 e 19 settembre a Villa Guardia

L’isola che c’è 2010, settima Fiera provinciale delle relazioni e delle economie solidali si svolgerà  nel Parco comunale di Villa Guardia (Co) sabato 18  e domenica 19 settembre 2010. Orari: sabato 10-23, domenica 9-23. Vai al sito de L’isola che c’è.

Giornalismo solidale – News km zero

Cercasi giornalisti, fotografi, cineoperatori volontari per raccontare la fiera L’isola che c’è in diretta. La redazione, coordinata da ecoinformazioni, coinvolgerà i media partner della Fiera e tutti i giornalisti che vorranno parteciparvi e sarà operativa grazie alla collaborazione di ragazze e ragazzi “volontari dell’informazione” che durante lo svolgimento della Fiera animeranno con testi, immagini e video il blog News km zero. Sono previsti a settembre due incontri di formazione. Per informazioni e adesioni: ufficiostampa@csv.como.itfiera@lisolachece.org. (altro…)

Car pooling a Como

Abbattere i costi di trasporto, migliorare la qualità dell’aria, ridurre il traffico e viaggiare in compagnia. Sono questi gli obiettivi del progetto Kilometri Kondivisi 2010, avviato dall’Associazione L’isola che c’è in collaborazione con Urbano Creativo e con il contributo di Fondazione Cariplo.

Cresce L’isola che c’è: nuovi progetti e posti di lavoro

Domenica 11 aprile, nella sede della Cooperativa il Mosaico di Bulgarograsso, si è svolta la quinta assemblea annuale dell’associazione L’isola che c’è.

Durante l’incontro, al quale  hanno preso parte una cinquantina di persone, sono state presentate le attività dell’associazione, è stato approvato il bilancio  e sono state elette le nuove cariche del Consiglio direttivo del quale, confermato presidente Marco Servettini, fanno parte Stefano Santi, Francesco Tampellini, Barbara Villa, Marco Ferrari, Filippo Pallotta, Stefano Parravicini, Simona Sabia, Giuliano Ponzin. Leggi l’articolo

Mercato bene comune

isolalogoDomenica 20 settembre 2009 dalle ore 14 alle ore 17 a L’isola che c’è si è svolto l’incontro Mercato bene comune, un confronto tra soggetti che praticano azioni sociali solidali, sul tema della crisi economica e dei nuovi modelli possibili di economia e di società.

I relatori di questa iniziativa, che ha fatto da introduzione ad altri quattro incontri che si svolgeranno sullo stesso tema da ottobre a febbraio 2010, sono stati Claudia Fraschi (presidente del gruppo cooperativo Cgm Welfare Italia), Bruno Amoroso (docente di Economia internazionale e dello sviluppo all’università di Roskilde in Danimarca), Tonino Perna (docente di Sociologia economica all’università di Messina); la conduzione del dibattito è stata affidata a Emilio Novati (presidente di Altreconomia e di Equo mercato). Il dibattito interessante, nelle relazioni e negli stimoli venbuti dal pubblico (più di 150 persone sono passate dal tendone del dibattito), ha affrontato una questione di fondo che è stata molto dibattuta dal terzo settore nel corso dell’ultimo anno di crisi mondiale: come è possibile trasformare il variegato mondo dell’economia sociale e solidale, da economia complementare al mercato capitalistico e spesso ruota di scorta del welfare statale in crisi, in un nuovo paradigma capace di fare sistema e di dialogare con quella parte del mondo profit che ha forti legati sociali e di identità culturale con i territori? Il dibattito, che è partito dall’analisi della crisi mondiale, ha fatto emergere alcuni nodi tematici (rapporto tra pratiche solidali e comunità dei territori, incontro tra pratiche di difesa e di promozione dei diritti e costruzione di un mercato come luogo di relazioni) e alcuni nodi critici (debolezza culturale del pensiero solidale che non è abituato a fare i conti con le grandi domande dell’economia, frammentazione delle iniziative).
I dibattiti di ottobre sul commercio equo, quello di novembre sulla dimensione economica del volontariato, quella di gennaio sulla dimensione sociale dell’impresa cooperativa, quella di febbraio sulla dimensione politica dell’economia solidale, avranno il compito di approfondire i temi nei settori e proveranno a dare risposte culturali e politiche alla domanda di cambiamento dell’economia e della società che viene dalle esperienze di economia solidale. [Marco Lorenzini, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: