Pd Como

Pd/ Seminario: Pangea. La deriva dei popoli.

geopolitoca pdIl Partito Democratico di Como organizza un seminario, della durata di quattro incontri a partire dal 12 ottobre, per approfondire i mutamenti globali causati da dinamiche ed emergenze vecchie e nuove del pianeta.

«Mai come negli ultimi mesi, conflitti, guerre civili, crisi internazionali, povertà hanno avuto forti ripercussioni politiche e sociali sul continente europeo. Motivazioni antiche e nuove, nell’irrisolto rapporto tra le democrazie occidentali ed il continente africano, la complessità del mondo arabo e del Medio Oriente costituiscono materia su cui avviare delle riflessioni, per comprendere ciò che sta succedendo in alcune aree del pianeta, e che sta inevitabilmente cambiando il senso ed il ruolo stesso dell’Europa. L’obiettivo del seminario è quello di fornire ai partecipanti delle possibili chiavi di lettura di questi fenomeni, aldilà degli effetti mediatici o delle campagne di propaganda, per orientarci nell’enorme “risiko” mondiale. In questo dibattito, in cui nazionalismi e visioni di breve periodo hanno un grosso peso,   emerge la voce profetica e controcorrente di Papa Francesco; ecco la ragione per cui abbiamo inserito un incontro sulla sua figura, che sollecita e scuote le coscienze sull’accoglienza e pone importanti considerazioni sulla globalizzazione ed i suoi effetti. Abbiamo coinvolto quattro autorevoli docenti sui temi proposti, consapevoli che, quest’ultimi, sicuramente non sono esaustivi rispetto alle questioni geopolitiche internazionali, ma rappresentano un primo passo di analisi che la Formazione del Partito Democratico della provincia di Como propone ai propri iscritti, simpatizzanti e a tutti i soggetti interessati.»

Tutti gli incontri si terranno presso presso il salone Cna di Como in viale Innocenzo, 70 dalle 21 alle 23. Il programma è suddiviso in quattro appuntamenti:
lunedì 12 ottobre – Migrazioni e migranti: dalla regolamentazione degli ingressi alle politiche di integrazione ( docente prof. Maurizio Ambrosini – Docente di Sociologia dei processi economici all’Università degli Studi di Milano, dove coordina il corso di laurea in Scienze sociali per la globalizzazione. Insegna inoltre all’Università di Nizza. È responsabile scientifico del Centro studi Mediterraneo di Genova, dove dirige la rivista Mondi migranti e la Scuola estiva di Sociologia delle migrazioni.)
giovedì 22 ottobre – La globalizzazione di Papa Francesco (docente Giovanni Bianchi – Fondatore e presidente dei Circoli Dossetti, già Presidente nazionale delle Acli )
venerdì 30 ottobre – Il ruolo dell’Europa tra nuove emergenze ed il rischio di una marginalizzazione politica (docente Antonio Panzeri – deputato al Parlamento Europeo. E’ stato, dal 1995 al 2003 segretario generale della Camera del Lavoro di Milano, assumendo in seguito, l’incarico di responsabile nazionale della Cgil per le politiche europee. )
lunedì 09 novembre – Dopo l’accordo con l’Iran quali conseguenze per il Medio Oriente? (docente Janiki Cingoli – Direttore del Cipmo -Centro Italiano per la Pace in Medio Oriente fin dalla sua fondazione nel 1989. Laureato in storia contemporanea e giornalista, si occupa di questioni internazionali dal 1975, e dal 1982 ha promosso le prime occasioni di dialogo in Italia tra israeliani, palestinesi ed arabi.)

La quota di partecipazione è di 20 euro da versare direttamente al primo incontro o direttamente presso la Segreteria Provinciale del Pd di Como. Informazioni e iscrizioni: segreteria@partitodemocratico.co.it – 031.305766 031.260311

 

 

 

 

8 ottobre/ Migranti: sfide globali e politiche locali

pdsfideglobabliIl pd di Como  invita giovedì 8 ottobre alle 21 nella ex Circoscizione di Lora in via di Lora 22 a Como all’incontro Migranti: sfide globali e politiche locali. Interverranno Nicola Danti, europarlamentare Pd, Jacopo Scandella,  consigliere regionale Pd; Diana De Marchi, responsabile Diritti e legalità Pd Lombardia, 
Bruno Magatti, assessore alle Politiche sociali del Comune di Como. Introdurrà Stefano Fanetti, segretario cittadino Pd. Modererà Michele Sada, giornalista de La Provincia.

21 settembre/ La scuola che cambia

pdIl Pd invita all’incontro la Scuola che cambia con Simona Malpezzi, deputata Pd e componente della Commissione Cultura, Chiara Braga, deputata Pd e componente della Segreteria nazionale del partito, Antonio Silva, già dirigente scolastico ed Eleonora Galli, insegnante e membro del Forum scuola della Federazione provinciale del Pd. Appuntamento lunedì 21 settembre, alle 18 nella sala conferenze della Cna  a Como in viale Innocenzo XI, 70.

7 settembre/ Pd per Como capitale

como-cap-cultura-copChiara Braga, Luigi Cavadini, Paolo Furgoni, Mauro frangi e Salvatore Amura parteciperanno lunedì 7 settembre alle 21 al Cna in viale Innocenzo 70  all’assemblea del Pd sulal candidatura di Como, Cernobbio e Brunate a Capitale della cultura 2016/17.

8 maggio/ Bande Nere

locandina_8_maggioVenerdì 8 maggio alle 18.30 presso la sala civica di via Collegio dei Dottori 9 a Como, l’Anpi sezione di Como in collaborazione con Arci Como ed i circoli cittadini di Pd, Sel, Paco-Sel, Movimento 5 Stelle, Psi, PdCi e Amo la mia città, promuovono un serata di approfondimento sul mondo delle nuove destre. Paolo Berizzi, giornalista d’inchiesta di La Repubblica, presenterà il suo libro Bande Nere [2009, 224p., ed. Bompiani]; a seguire verrà proiettato il film-documentario Nazirock [2008, 75 min.] con la presenza del regista Claudio Lazzaro. La serata sarà moderata da Barbara Rizzi di ecoinformazioni. Nel corso dell’evento sarà offerto un aperitivo. L’iniziativa fa parte della campagna No Rogo di Arci book Lombardia.

Partito Italia – Forza democratica/ I civatiani protestano

forzaitaliapdGiuliana Casartelli, Guido Rovi e Paolo Sinigaglia, membri della Direzione regionale del Partito democratico della Lombardia, contestano la larga intesa di Turate: «Ieri a Turate abbiamo assistito ad uno spettacolo totalmente inaccettabile: le bandiere ed i simboli del Partito democratico e di Forza Italia fianco a fianco a sostegno di una lista ” civica” che si presenta alle prossime elezioni comunali.
È del tutto evidente che i locali segretari dei due partiti hanno stipulato un accordo “politico” per presentarsi unitariamente alle prossime elezioni comunali, cosa confermata dal lancio mediatico dell’alleanza turatese fatto nientemeno che dall’eurodeputata di FiComi.
Ricordiamo che la direzione regionale del partito democratico ha approvato all’unanimità un ordine del giorno nel quale “si invitano tutti i livelli territoriali del partito democratico a promuovere coalizioni che sappiano allargare la propria rappresentanza rimanendo coerenti ai valori del centrosinistra, aperta ai movimenti civici e in chiara discontinuità rispetto alle esperienze di governo del centrodestra degli ultimi venti anni”.
Riteniamo che la vicenda di Turate, oltre a disattendere completamente le indicazioni della direzione regionale, abbia una connotazione evidentemente politica e che non possa essere ricondotta in nessuna maniera ad esperienze di civismo che si connota proprio per la condivisione di obiettivi e valori al di fuori e al di sopra di ogni interferenza dei partiti, raccogliendo e amalgamando sensibilità anche diverse ma accomunate da obiettivi comuni legati alle esigenze della comunità locale.
Siamo anche convinti che la maggior parte delle democratiche e dei democratici turatesi non si vogliano e non si possano riconoscere in un accordo politico così spericolato e ci domandiamo anche in quale misura lo stesso sia stato oggetto di discussione e condivisione le più ampie
possibili prima di essere sottoscritto.
Riteniamo doveroso sollecitare tutti i livelli del Partito Democratico a prendere una posizione decisa sulla vicenda valutandola attentamente alla luce dello statuto e del codice etico del partito democratico, poiché siamo convinti che stare in un partito significhi rispettare una comunità e dei valori, cosa che ci pare disattesa totalmente in questa vicenda». [Giuliana Casartelli, Guido Rovi e Paolo Sinigaglia]

24 marzo/ Pd Como / Trasporto pubblico a Como: Obiettivo 2020

Locandina-TPL-Como---24-mar

Una serie di proposte sul trasporto pubblico comasco, dai piccoli miglioramenti a costo zero alle grandi prospettive strategiche di sviluppo. Questo è l’argomento dell’incontro organizzato dal Partito democratico di Como, martedì 24 marzo alle 21, presso il salone del dopolavoro ferroviario di via Venini 7 (a due passi dalla Stazione di Como San Giovanni). Temi chiave della serata saranno lo sviluppo intermodale del sistema di trasporti, con attenzione all’integrazione tariffaria e alla promozione e alla comunicazione, oltre all’incentivazione della mobilità sostenibile e alla valorizzazione del sistema anche nell’ottica di una città a vocazione turistica. Introdurrà la serata Stefano fanetti segretario cittadino Pd Como. Interverranno: Patrizia Signorotto, delegata a mobilità e trasporti nella segreteria cittadina Pd,  Luca Gaffuri consigliere regionale Pd Lombardia e Daniela Gerosa assessore a mobilità e trasporti del comune di Como. Porteranno un contributo al dibattito Helmuth Moroder, attuale city manager del comune di Bolzano e già direttore di Strutture Trasporto Alto Adige e di Sba (Infrastrutture Ferroviarie Alto Adige) e Fabio Bergamaschi, assessore a mobilità e viabilità del comune di Crema. Concluderà l’iniziativa l’intervento del sindaco di Como Mario Lucini.

14 marzo/ Donne: un futuro a tasso zero?

donnefuturo14marzoIn occasione della Giornata della donna, il Coordinamento donne Pd di Como propone sabato 14 marzo alle ore 9.30 al Centro Congressi Medioevo in via Lucini 4 a Olgiate Comasco Donne: un futuro a  tasso zero? Welfare per la crescita. Insieme alla deputata Chiara Braga, alla vice presidente del Consiglio di Regione Lombardia, Sara Valmaggi; al direttore del consorzio socio-sanitario dell’Olgiatese, Andrea Catelli si parlerà di politiche sociali, con particolare riferimento al cosiddetto  “tasso zero”, la situazione di non crescita che  si riscontra in numerosi ambiti socio-economici del Paese: natalità, lavoro, crescita, politiche di genere, futuro.

800 votanti alla consultazione del Pd: accorpare, fondere, unire

1 marzo pdComplessivamente quasi 800 i voti ”comaschi” nella consultazione sulle autonomie di domenica 1 marzo. Il  Pd di Como ha reso noti i risultati della consultazione sulle autonomie locali promossa dal partito. Nel comasco la maggior parte ha risposto al sondaggio indicando la via degli accorpamenti (diminuire il numero delle regioni, accorpare i comuni più piccoli, unire le province di Como, Lecco e Varese). Leggi nel seguito il comunicato del Pd con tutti i risultati.

«Sono stati 542 i tesserati e gli elettori del Partito Democratico che domenica si sono recati in uno dei 29 seggi allestiti in tutto il territorio provinciale per esprimere la loro opinione su una serie di quesiti dedicati al futuro delle autonomie locali promossi dal partito a livello regionale. A questi vanno poi aggiunti i 250 voti che dal comasco sono stati effettati sulla piattaforma multimediale del PD lombardo www.pdlatua.it, per un totale complessivo di quasi 800 voti espressi per questa consultazione promossa dal PD Lombardo. «Mi sento in dovere di rivolgere un ringraziamento a coloro che hanno reso possibile questa consultazione nel nostro territorio ed a tutti coloro che vi hanno partecipato – ha commentato la Segretaria Provinciale, Savina Marelli -. La giornata di oggi costituisce un buon punto di partenza per future altre consultazioni, venendo così incontro al desiderio di maggiore coinvolgimento espresso dagli iscritti e dagli elettori del Partito Democratico

Questi, nel dettaglio, i risultati relativi ai singoli quesiti da parte di coloro che si sono presentati fisicamente ai seggi:

Quesito 1 – Sei favorevole all’abolizione delle Regioni a Statuto speciale*, così da procedere alla definizione di una “nuova autonomia” valida per tutte le Regioni italiane? I sì sono stati 485; i no 41.

Quesito 2 – Sei favorevole, per ottimizzare l’utilizzo delle risorse e migliorare lo svolgimento delle funzioni loro attribuite, a ridurre, accorpandole, il numero delle Regioni? 433 i sì; 92 i no.

Quesito 3 – Come si tengono assieme la tutela delle identità locali e l’efficienza dei servizi ai cittadini in una Regione come la Lombardia, in cui 1.064 Comuni su 1.531 (il 69,5%) hanno meno di 5mila abitanti? I sostenitori dell’Unione di Comuni sono stati 173; in 338 si sono espressi per la fusione dei Comuni; 29 ritengono che non sia utile alcun cambiamento.

Quesito provinciale – Le vecchie province sono state superate dalla Legge Delrio e verranno abolite con Riforma costituzionale. La Legge Delrio dice che verranno creati nuovi ambiti omogenei. In questo contesto come vedi il futuro del territorio comasco? La proposta di un nuovo ambito omogeneo che comprenda le attuali province di Como, Lecco e Varese è stata sostenuta da 345 votanti; nuovo ambito omogeneo che comprenda le attuali province di Como, Lecco, Varese e Monza/Brianza da 147 votanti; i fautori dell’attuale status quo sono stati 49». [Pd Como]

1 marzo/ Il Pd vota sulle autonomie

1 marzo pdDomenica 1 marzo in tutta la Lombardia si svolgerà la consultazione del Pd sul tema delle autonomie locali e contemporaneamente sarà avviata la campagna per il tesseramento 2015 del partito. L’appello al voto di Savina Marelli, segretaria provinciale del Pd comasco: « La preparazione della consultazione è stata una preziosa occasione per tanti di noi per informarsi e poter esprimere il 1 marzo la propria opinione sul tema delle autonomie locali, fornendo così al Pd lombardo elementi utili per elaborare posizioni condivise su temi che saranno a breve oggetto di riforme sia a livello regionale che nazionale. La consultazione del 1 marzo è stata altresì l’occasione per sperimentare la piattaforma per il voto telematico accedendo al sito www.pdlatua.it che potrà essere utilizzata in futuro per altre consultazioni concretizzando così la ripetuta richiesta di coinvolgimento emersa dai circoli. Confidando che il 1 marzo si riveli una proficua occasione di confronto per tutti coloro che hanno deciso di dedicare parte del proprio tempo all’impegno in politica, vi saluto cordialmente».Come si vota.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: