Philippe Daverio

Zelbio Cult

zelbio cultIncontri d’autore su quell’altro ramo del lago di Como, VII edizione, al Teatro di Zelbio, a curato di Armando Besio, La Repubblica, organizzato dalla Pro Loco e dalla Biblioteca comunale.

 

«Dopo l’apertura con lo storico e critico d’arte Philippe Daverio, il Festival prosegue venerdì 25 luglio con un incontro tra musica e parole con Nazzareno La Rovere, storico chitarrista della band milanese I Profeti, che racconta il rapporto e la collaborazione con la coppia Mogol-Battisti – spiega un comunicato –. L’ex Ministro e leader socialista Claudio Martelli sabato 27 luglio parla della propria avventura personale e politica, partendo dalla recente autobiografia Ricordati di vivere (Bompiani): dalle prime esperienza nei giovani repubblicani milanesi all’ascesa all’interno del Partito socialista, dal sodalizio con Bettino Craxi alla nomina a Ministro di Grazia e Giustizia, fino al crollo della Prima Repubblica, travolta da Tangentopoli. Un’occasione per ripercorrere, attraverso la sua biografia, gli ultimi quarant’anni di storia italiana e discutere la situazione attuale. Mario Botta, architetto di fama mondiale, sabato 9 agosto, presenta il suo ultimo libro Quasi un diario 2003-2013 (Le Lettere): il progettista di opere come la sinagoga di Tel Aviv, la torre Kyobo di Seul, il Mart di Rovereto e la “nuova” Scala racconta gli ultimi dieci anni di carriera e di vita».

 

Gli ospiti:

Venerdì 25 luglio alle 21, Il Tempo dei Profeti;

Sabato 26 luglio alle 21, Claudio Martelli;

Sabato 9 agosto alle 21, Mario Botta;

Lunedì 11 agosto alle 21, I Sulutumana;

Giovedì 14 agosto alle 21, Elena Russo Arman;

Domenica17 agosto alle 21, Jakob Ludwig;

Sabato 30 agosto alle 21, Uliano Lucas;

Sabato 6 settembre alle 21, Elio Fiorucci.

Per informazioni Internet www.zelbiocult.it. [md, ecoinformazioni]

Concerto volatile a Parolario

Venerdì 9 settembre a Villa Olmo per Parolario alle 18 è in programma  “Concerto volatile” (L’invenzione della specie). Da “L’incredibile storia del cardellino dipinto” di Giuseppe Pontremoli e Andrea Rosso. Suoni, parole, immagini con Philippe Daverio e i Trammammuro [Claudio Bonanomi (chitarra, piano), Stefano Fasola (chitarra), Emanuela Ferloni (flauto, voce), Pierangelo Galletti (chitarra), Marco Lorenzini (oboe, voce, armonica), Roberto Nedbal (percussioni), Andrea Rosso (chitarra) con Francesco D’Auria (percussioni), Andrea Fasola (chitarra), Mariateresa Lietti (violino), Nicoletta Lombardi (flauto)]. In collaborazione con Accademia di Belle Arti Aldo Galli di Como.

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: