Progetto Artificio

20-21 febbraio/ La partecipazione nell’arte

balcone primo piano (1)Inaugurazione del Chiostrino di Sant’Eufemia, in piazzolo Terragni 4 a Como, col Progetto Artificio venerdì e sabato 20 e 21 febbraio.

 

Programma:

Venerdì 20 febbraio

Dalle 10 alle 13, benvenuto e apertura, Chiara Gismondi, presidente Associazione Luminanda, Franco Passalacqua, LarioLhub57/ Marker, saluti istituzionali, Luigi Cavadini, assessore Cultura Comune di Como, introduce e modera, Davide Cantoni, giornalista, relatore Davide D’Antoni, direttore artistico Residenza Idra/ Ci.t.t.a dolci/ Wonderland festival, presentazione dei progetti locali di partecipazione dal basso a 20-210215 artificioComo, Parada Stefano Martinelli, Associazione Partucc, 200.Com Barbara Minghetti, Teatro sociale di Como, Casa della Musica, Bruno Dal Bon, Updim Como, Artificio Ivana Franceschini, Associazione Luminanda;

Dalle 13, co-aperitivo a cura di Enaip Como.

Sabato 21 febbraio

Dalle 9 alle 10, co.colazione a cura di Enaip Como;

Dalle 10, saluti istituzionali, Silvia Magni, vicesindaca con delega alla Partecipazione, introduce e modera, Mauro Mercatanti, Ideificio, relatori Massimo Bertin, direttore artistico Teatro della caduta di Torino, Luca Ricci, direttore artistico Kilowatt festival, Matteo Rubbi, artista visivo;

Dalle 11.45, pausa caffè;

Dalle 12 alle 13, restituzione e spazio aperto alla discussione;

Dalle 18, chiostrino aperto.

Per informazioni Internet www.artificiocomo.it. [md, ecoinformazioni]

Chiostrino di Sant’Eufemia a Artificio

sala prove secondo piano con attori (1)Fino ad aprile 2016 lo spazio espositivo comasco è dato in gestione per farne: «Un centro di creatività permanente intorno al quale far gravitare tutti coloro che sviluppano progetti in ambito artistico e culturale».

 

lab creativo primo piano (9)«Negli ultimi anni il restaurato Chiostrino di Sant’Eufemia (piazzolo Terragni 4 – Como) ha ospitato esposizioni d’arte contemporanea, soprattutto di artisti comaschi – ricorda un comunicato –. Da oggi il Chiostrino, diventa ufficialmente la sede di Artificio fino ad aprile 2016. Il Comune di Como è partner istituzionale del progetto, cui ha aderito fin dall’inizio e nel 2014 ha messo a disposizione il Chiostrino di Sant’Eufemia. Duplice l’obiettivo: trasformare lo spazio culturale in un centro creativo dove far crescere idee e imprese artistiche e offrire alla comunità un luogo d’incontro per laboratori creativi, mostre, eventi».

chiostrino-artificio-1«Artificio aspira a porre le basi per la costruzione di un sistema che possa contribuire fattivamente alla presentazione di un’offerta culturale integrata in riferimento al territorio urbano e che si proponga di migliorare la qualità e la quantità della fruizione, instaurando un dialogo fertile e continuo con tutti i portatori d’interesse e le istituzioni del territorio, favorendo una rigenerazione sociale e incrementando le opportunità di produzione culturale – prosegue la nota –. Ogni singola attività promossa da Artificio nasce dalle esigenze, dai desideri e dalle aspettative dei cittadini con l’obiettivo di renderli non solo spettatori ma anche protagonisti. In poche parole Artificio promuove la partecipazione attiva della cittadinanza nell’arte e nella cultura».

chiostrino-artificio-2«Il progetto Artificio nasce dalla collaborazione progettuale tra l’Associazione Luminanda (capofila del progetto) e altre tre significative realtà del territorio comasco impegnate nel settore sociale, culturale e dell’innovazione imprenditoriale: la Cooperativa Sociale CSLS, l’Associazione Nerolidio Music Planet e ComoNExT», che vinto, nel 2013, un bando di Fondazione Cariplo destinato alla cultura, si sono impegnate «alla creazione di un Centro culturale urbano diffuso», «un polo innovativo e contemporaneo di arte e cultura nella città di Como che sia accessibile e sostenibile».

chiostrino-artificio-conferenzaDel nuovo Chiostrino Artificio si vuole fare: «Un centro di creatività permanente intorno al quale far gravitare tutti coloro che sviluppano progetti in ambito artistico e culturale. Tutti sono i benvenuti: chiunque, infatti, può accedere al Chiostrino negli orari di apertura per chiedere informazioni, partecipare o semplicemente per trovare un ambiente stimolante per sviluppare le proprie idee. Ogni spazio interno dell’antica struttura è destinato a una o più attività: spazio per accogliere, sale prove per sperimentare spettacoli teatrali e non solo, laboratori per creare, scrivanie e wifi, spazio caffè/relax».

balconePer informazioni Internet www.artificiocomo.it. [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: