Progetto spazio carcere:

Power yoga al Bassone

poweryogaQuando, ormai due anni fa, studiavo per ottenere l’abilitazione all’insegnamento dello yoga, un giorno la mia insegnante disse, a noi aspiranti “maestri” seduti intorno in cerchio, con tutte le trepidazioni del caso: «Non importa che qui impariate i nomi di ogni posizione in sanscrito. Ma il valore della vostra presenza e la capacità di dare, sì. Chissà, una volta divenuti insegnanti, dove andrete a condividere questa esperienza: in uno studio di yoga o in una palestra, molto probabilmente; ma forse anche in una scuola, in un ospedale; o in un carcere». (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: