Il Consiglio comunale di Como di lunedì 17 gennaio

Regolamentato il demanio lacuale, annullata uno scambio di proprietà con il S. Anna, sono arrivati i nuovi pc portatili

Negli interventi preliminari al Consiglio comunale di Como di lunedì 17 gennaio è ritornata la polemica sulle assenze in aula dei consiglieri della maggioranza «non mi scandalizzo se qualcuno va a mangiare – ha esordito Donato Supino, Prc – ma chiedo rispetto per il Consiglio comunale e per chi è in aula che è venuto preparato per affrontare i vari argomenti». «Anche prché – ha aggiunto il consigliere comunista – abbiamo saputo dalla stampa che parte della maggioranza è rimasta fuori per una proposta politica, che se ne parli qui in consiglio». Alessandro Rapiense, Adesso Como, ha chiesto nuovamente lumi sulla delibera Ticosa «è sparita» e attaccato il sindaco per i sui interventi senza contraddittorio a Etv.

 

Paratie e allagamenti

«Ho verificato le carte sul progetto delle paratie – ha annunciato il capogruppo del Pd Mario Lucini – per vedere lo stato dei lavori e ho visto le verifiche fatte sulla falda idrica per evitare l’eccessivo innalzamento o abbassamento della stessa con le conseguenze sulla stabilità degli edifici della Convalle». «Secondo queste simulazioni – ha proseguito Lucini – se, a paratie a regime, il lago sarà abbastanza alto tutta la parte nord della Convalle andrebbe sott’acqua». Il problema consisterebbe nel corretto drenaggio delle acque in prossimità della barriera «le pompe in piazza Cavour sarebbero a un livello tropo alto, mentre quelle laterali dovrebbero avere una portata di 700 litri al secondo… negli stessi studi si chiedono se saranno in grado».

 

I computer

Iniziato il Consiglio il presidente Pastore ha annunciato l’arrivo dei nuovi 18 computer per i consiglieri, di tutti gli schieramenti (un’eccezione Per Como), che ne hanno fatto domanda, distribuiti nel corso della seduta.

Dopo le polemiche sulla mancanza di serietà sulla stampa locale, durante tutta la prima parte della seduta, il presidente è stato quindi intransigente su ogni tipo di disturbo, chiacchierata o raggruppamento di consiglieri e assessori, puntualizzando anche sui tempi prescritti per gli interventi.

 

Demanio lacuale

L’assemblea ha quindi approvato, unico contrario Rapinese, con alcuni emendamenti ampiamente condivisi, tra cui uno per evitare che le strutture degli approdi temporanei non divengano necessariamente definitive, il nuovo Regolamento per il demanio lacuale.

 

Revoca della permuta con il S. Anna

Il Consiglio ha quindi annullato una scambio di proprietà con l’Ospedale S. Anna. Un progetto proposto nel ’96 che non ha avuto riscontri. Una proposta approvata dalla maggioranza con l’astensione e il voto contrario delle opposizioni.

 

Senza successo sono stati i due tentativi, bocciati dalla maggioranza, di inversione dell’ordine del giorno proposti da Rapinese per discutere una mozione sul prossimo concorso per dirigente ai servizi sociali: «così potremmo discuterne prima che venga fatto…».

Iniziata la discussione sulla nuova delibera per la definizione per l’affidamento di incarichi esterni al Comune, data la richiesta di sospensione dei lavori per approfondire il tema da parte del Pd e data l’ora, la seduta è stata sciolta e rimandata a lunedì prossimo. [Michele Donegana, ecoinformazioni]

 

1 thought on “Il Consiglio comunale di Como di lunedì 17 gennaio

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: