Formigoni, Bresciani, Carioni e i sindaci firmano l’atto per la cittadella sanitaria sull’area ex S. Anna

Martedì 1 febbraio è stato sottoscritto nella sede territoriale di Regione Lombardia dal presidente Roberto Formigoni e dall’assessore regionale alla Sanità Luciano Bresciani l’Atto integrativo all’Accordo di Programma relativo alla valorizzazione dell’area Napoleona-Camerlata, sede del vecchio ospedale S. Anna di Como

«Erano presenti – spiega la Regione – il presidente della Provincia di Como Leonardo Carioni, il sindaco Stefano Bruni [Palazzo Cernezzi ha un mese di tempo per ratificare l’accordo], i sindaci di Montano Lucino, Angela Cappuccino, di San Fermo della Battaglia, Pierluigi Mascetti, il direttore generale dell’Ospedale Sant’Anna Marco Onofri e l’amministratore delegato di Infrastrutture Lombarde S.p.A. Antonio Rognoni».

«L’Atto integrativo – prosegue la nota – si è reso necessario per la creazione di una ‘Cittadella Sanitaria’ che ospiti strutture dell’Azienda Ospedaliera e dell’Asl su una superficie di circa 30.000 mq e per la localizzazione di funzioni residenziali, terziarie e commerciali da affiancare alle strutture pubbliche».

Un primo passa che vedrà poi una reale definizione del progetto nella fase attuativa dello steso, più precisamente è previsto il «mantenimento dell’edificio storico di pregio, da valorizzare anche mediante la demolizione dei corpi incoerenti e il mantenimento e recupero dell’edificio denominato ‘Monoblocco’ come elemento cardine della ‘Cittadella Sanitaria’, che accoglierà le attività sanitarie dell’Azienda Ospedaliera e dell’Asl».

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: