Giacomo Giovanelli presidente dell’Isola che c’è

Nell’assemblea di giovedì 28 aprile dell’associazione L’isola che c’è Marco Servettini ha illustrato i dati salienti del bilancio consuntivo 2010 (attività per circa 170 mila euro) e di quello preventivo 2011 (attività per circa 244 mila euro). Entrambi i documenti sono stati approvati all’unanimità e mettono in luce l’andamento positivo dell’associazione e che la scommessa fatta di puntare su un’altra economia si confermi come giusta e praticabile. È stato proprio Servettini, presidente uscente e fondatore del sodalizio, a chiedere che L’isola che c’è facesse un ulteriore passo di coerenza con gli obbiettivi di democraticità di gestione collettiva e di apertura eleggendo un Consiglio direttivo di ben 11 membri in grado di offrire rappresentanza alle diverse appartenenze associative degli aderenti. Sempre su proposta di Servettini è stato eletto un Consiglio di presidenza di quattro membri in grado di dare maggiore impulso all’operatività sia sul piano politico che su quello organizzativo ed il nuovo presidente Giacomo Giovannelli, già da anni impegnato nell’associazione e nella Cooperativa Corto Circuito. L’assemblea ha eletto all’unanimità il nuovo gruppo dirigente e ha ringraziato con una caloroso applauso Servettini che comunque rimarrà nel Consiglio di presidenza e avrà ancora un ruolo essenziale nell’associazione.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: