Arti e vecchi mestieri in bici

Fino al 29 maggio allo Spazio Ratti per la XII settimana nazionale della Sclerosi Multipla. Ingresso dalle 9.30 alle 12.30 e dalle 15 alle 19

 Per la XII edizione della Settimana nazionale della Sclerosi Multipla, dal 22 al 29 maggio, l’Aism di Como organizza allo spazio espositivo dell’ex Chiesa di S. Francesco a Como la mostra Arti e vecchi mestieri in bici, con il patrocinio di Comune di Como e Ufficio scolastico provinciale, è organizzata in collaborazione con Como in Bici, Biciamo, La Città Possibile e Lions Club Como Lariano ed il supporto di Auto Vittani per il Sociale.

«Una mostra che ha anche il grande pregio di inserirsi nei festeggiamenti per il 150esimo anniversario dell’unità d’Italia nel racconto intrinseco che queste biciclette portano con sé – informa l’amministrazione comunale comasca – Racconti di storie e di mestieri, di persone e momenti storici che hanno attraversato il nostro Paese. Le biciclette provengono dalla raccolta privata di Maurizio Urbinati, di professione fornaio ma collezionista per passione. Da alcuni anni si è dedicato al recupero e alla valorizzazione di queste vecchie biciclette. Una ricerca meticolosa condotta un po’ in tutta Italia ha permesso a Urbinati di riunire diversi esemplari, unici nel loro genere, accuratamente riadattati e accessoriati degli strumenti indispensabili per mestieranti senza fissa dimora, che svolgevano i loro lavori direttamente a domicilio, casa per casa, nelle campagne, nelle strade o nelle piazze. Lavori che potevano consistere nella riparazione di oggetti e utensili d’uso quotidiano, nella prestazione di piccoli servizi oppure nella vendita di generi di consumo e che spesso erano ripagati in natura, con il vitto per la giornata e un ricovero notturno.La prima bici della collezione viene recuperata da Urbinati una ventina di anni fa, è quella dell’arrotino che Urbinati scova da un rigattiere. È questa una passione che nasce in Urbinati dai racconti dei nonni nel casolare di campagna e dai cantastorie, alimentata dalla mamma, novantenne, e da storie di vita tramandate a memoria. La raccolta di Urbinati è già stata oggetto di numerose esposizioni in tutta Italia riscuotendo sempre grande successo e grande interesse oltre che apprezzamento».

Il gruppo giovani dell’Aism Como espone anche Dal basso, scatti… con il naso all’insù, «Agostino, Aldo, Andrea, Claudio, Claudio e Mara, Milena, Pinuccia, Roberta, Sara, Stella, Tays, Titti, Valeria, Virginia, sapientemente guidati da Massimiliano [Morlotti, fotografo comasco], si sono “sperimentati” giocando con le inquadrature, la composizione, il taglio, i colori, i chiaroscuri, i riflessi… tutti rigorosamente “dal basso”».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: