La Finanza ancora a Palazzo Cernezzi

Una nuova indagine coinvolge l’Amministrazione comunale comasca a cui è stata chiesta copia di certificati di esecuzione lavori e i contratti di appalto dall’inizio 2006 alla fine del 2010

«Nell’ambito di indagini avviate dal magistrato della Procura di Como, dottor Giuseppe Rose, ufficiali del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza hanno chiesto questa mattina – spiega in una nota il Comune di Como lunedì 26 settembre – di acquisire “copia della documentazione relativa a tutti i certificati di esecuzione lavori rilasciati dal settore Reti, Impianti Tecnologici e Protezione Civile del Comune di Como a partire dal 1 gennaio 2006 fino al 31 dicembre 2010; copia di tutti i contratti di appalto stipulati, riferiti ai predetti certificati; copia di tutte le richieste di verifica di conformità avanzate dalle Soa competenti (ndr, le Soa sono società che rilasciano attestazioni di qualificazione dei requisiti di capacità tecnica e finanziaria ai fini dell’affidamento di lavori pubblici), sempre a far data dal 1 gennaio 2006 e fino al 31 dicembre 2010, le relative risposte date dal Comune, nonché i certificati di esecuzione lavori a cui si riferiscono le richieste di verifica e i contratti di appalto relativi”».

«Tutti i documenti sono già stati messi a disposizione della Guardia di Finanza» precisano da via Vittorio Emanuele II da cui viene anche il commento del primo cittadino «Come sempre ho piena, totale, fiducia nel lavoro della magistratura” il commento del sindaco Stefano Bruni».

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: