Identità tra forma e movimento

Mostra di sculture ceramiche di Simona Frigerio, dal 15 al 30 settembre al Chostrino di Sant’Eufemia in piazzolo Terragni a Como. Apertura dal lunedì al venerdì dalle 14.30 alle 19.30, sabato e domenica dalle 10.30 alle 19.30. Inaugurazione venerdì 14 settembre alle 18.30, con per i bambini, un giro sui “grilli” di Balocchi & Baloss

 «Identità tra Forma e Movimento è un punto di approdo in evoluzione, esito di un percorso di ricerca sia tecnica sia di traduzione in forme espressive delle ossessioni poetiche a cui l’immaginario di Simona Frigerio costantemente ritorna: immagini rievocanti l’universo dell’infanzia in cui ha predominato l’amore per la natura in tutte le sue manifestazioni e l’attrazione per le forme tondeggianti e concentriche come semi, bulbi, uova d’uccello, squame, conchiglie abitate, ombelichi. Energia vitale che è stimolo di emozioni, curiosità, fantasie e fonte di cambiamento, metamorfosi, evoluzione – spiega un comunicato stampa –. La sua espressione artistica attuale attinge alle esperienze dell’infanzia sedimentate nel corso del tempo e alle successive esperienze di vita, attraverso una riflessione introspettiva in movimento tra sé e il mondo che cambia».

«I temi ricorrenti nelle installazioni riguardano l’ambiguità dell’essere nelle sue forme primordiali in cui si connettono dinamicamente identità, relazione e trasformazione: l’identità e il mutamento del microcosmo cellula; l’uovo e l’uccello che rappresentano la fatica della nascita e della rinascita; il coleottero che, con le sue metamorfosi, è mirabile simbolo archetipo dell’ambiguità dell’essere per cui ogni dimensione del reale è sé e altro da sé, anche rispetto al punto di vista di chi vive l’esperienza o osserva la realtà stessa. L’argilla nelle sue mani è la via per dare forma materica a una spinta interna che le preme dentro per manifestarsi e diventare comunicazione fruibile per chi si incontra con l’oggetto artistico – precisa la nota –.Queste forme primordiali, in cui l’energia vitale si configura, intendono suscitare una domanda sull’attualità in merito al cambiamento e agli orizzonti delle possibili trasformazioni di sé e del mondo in divenire». [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: