Cittadinanza attiva

facciatapalazzocernezziLa Giunta comasca dice sì alla proposta di legge regionale della Fondazione de Iure Publico e dei Lions Club. Presto il passaggio in Consiglio

Una proposta «Che riconosca ufficialmente e garantisca sull’intero territorio lombardo la partecipazione attiva dei cittadini al governo della cosa pubblica» denominata Norme per la promozione della cittadinanza umanitaria attiva nel governo della cosa pubblica già depositata in Regione.

La finalità è quella della: «Attuazione concreta del principio costituzionale della sussidiarietà orizzontale (art. 118 della Costituzione)».

 «Si tratta di una proposta importante che traccia un quadro di riferimento normativo cui anche i Comuni potranno richiamarsi per definire in modo concreto forme di partecipazione attiva – dichiara la vicesindaca del Comune di Como Silvia Magni –. Da parte nostra uno degli obiettivi che ci siamo posti è proprio quello di proporre ai cittadini nuovi strumenti per partecipare all’amministrazione della città. Oltre all’informazione, necessaria per fornire le conoscenze utili ad una partecipazione consapevole, vogliamo puntare ad attivare meccanismi di dialogo per arrivare a decisioni il più possibile condivise».

Alcuni Comuni della Provincia di Como, Appiano Gentile, Albiolo, Bulgarograsso, Casnate con Bernate, Cernobbio, Cermenate, Faloppio, Figino Serenza, Fino Mornasco, Lurate Caccivio, Olgiate e Villa Guardia (capofila dell’iniziativa) hanno già aderito all’iniziativa (la proposta di legge). [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: