Cimitero di Monte Olimpino: Un anno di ritardo

SAM_1020Questa la denuncia di Per Como sui lavori di ampliamento del camposanto della periferia nord comasca

«Fin dalla scorsa legislatura ci siamo impegnati affinché venisse data risposta alla richiesta di nuovi spazi al cimitero di Monte Olimpino avanzata dai residenti dei quartieri di Como Nord – spiega Mario Molteni consigliere della lista civica Per Como che a Palazzo Cernezzi siede fra i banchi della maggioranza –. Ricordo che quest’opera, inoltre, permetterà ai cittadini di tali quartieri di trasferire le salme dei loro cari vicino a casa e non saranno più costretti ad attraversare la città per recarsi in altri cimiteri di Como».

Non nasconde il consigliere di Per Como che: «Tante sono state le difficoltà incontrate fin dall’inizio dei lavori a partire dall’esproprio del terreno necessario, dei cavi elettrici sospesi dell’Enel, fino alle complicazioni incontrate negli scavi di oltre mille metri cubi di terra: le ruspe, infatti, hanno dovuto fare i conti con la dura roccia di Moltrasio».

Ma per avere chiarimenti sullo stato dei lavori di costruzione del nuovo corpo a “L”, a sud-est dell’attuale perimetro cimiteriale con 207 loculi per 600mila euro di spesa, che sarebbero dovuti durare un anno a partire dall’aprile 2011, il consigliere ha presentato un’interrogazione al sindaco Mario Lucini.

«Ad oggi il cantiere risulta fermo da tempo… – denuncia Molteni, che chiede  – entro quale data verranno consegnati i nuovi loculi; i motivi che hanno provocato il ritardo a terminare i lavori; i costi complessivi dell’opera». [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: