Un nuovo bosco a Cantù grazie a Rete Clima e Fabio Concato

pioppeto

Venerdì 19 aprile dalle 14:30 in via Aurelio Saffi a Cantù saranno piantumati circa 400 pioppi in un’area comunale di oltre 4000 metri quadrati. L’iniziativa, promossa dall’amministrazione comunale a da Rete Clima, rientra in un progetto di compensazione a livello nazionale che vede coinvolto anche il cantautore Fabio Concato

 Dalla collaborazione tra Fabio Concato, Rete Clima ed Mbw media nasce la campagna “100mp3xtex1albero” rivolta alla simbolica compensazione nazionale delle emissioni di CO2 generate dalla produzione della musica proposta da Fabio Concato nell’ambito di questa sua campagna. Per un mese, dal 1 al 30 Aprile 2013, in una apposita sezione web del sito ufficiale ogni giorno si potrà scaricare gratuitamente una canzone tra i 22 titoli disponibili (previa registrazione): si tratta di grandi successi reinterpretati in maniera inedita e rigorosamente acustica, solo voce e chitarra, grazie alla collaborazione con il chitarrista Andrea Zuppini. Musica a basso impatto ambientale ma ad altissimo impatto emozionale, regalata ai fan e di aiuto alla realizzazione di un gesto di concreta tutela ambientale: grazie alla collaborazione con Rete clima, infatti, ogni 100 download gratuiti delle proprie canzoni Fabio Concato donerà un albero che pianterà personalmente in un bosco urbano nazionale di nuova formazione che sarà avviato il 19 aprile 2013 a Cantù, e che sarà poi curato fino alla sua età adulta. In questa maniera si opererà la compensazione simbolica delle emissioni di CO2 generate durante le fasi di lavorazione delle canzoni, operando un piccolo e concreto gesto di attenzione verso temi fondamentali quali la sostenibilità ed il rispetto ambientale: un simbolico tentativo di coniugare musica e sostenibilità, in maniera semplice ed innovativa, con la partecipazione ad un progetto di forestazione compensativa nazionale operato da Rete clima nell’ambito del suo progetto Felce – emissioni CO2 zero.

Venerdì 19 aprile a Cantù, presso l’area verde di proprietà comunale posta in via Saffi, l’amministrazione comunale in collaborazione con Rete clima daranno avvio alla piantumazione di un’area urbana di oltre 4000 metri quadrati nei quali verranno piantati circa 400 pioppi, con lo scopo di creare, in tal modo, un vero e proprio bosco urbano composto da essenze esclusivamente autoctone. «La scelta dell’area non è casuale – ha spiegato il sindaco Claudio Bizzozero – : intendiamo far rinascere quello che, prima dell’intervento edilizio ivi realizzato alcuni anni fa, era un bellissimo pioppeto urbano che molti canturini ricordano con grande nostalgia. Il fondamentale significato simbolico dell’iniziativa è chiaro: dopo anni di cementificazione selvaggia, a Cantù è finalmente tornato il tempo della rinascita dei boschi e del verde». Si tratta della prima azione concreta realizzata dal Comune di Cantù in collaborazione con l’associazione Rete clima, all’interno del più ampio progetto di sostenibilità urbana avviato dall’amministrazione nel corso dei primi mesi d’attività. Rete Clima finanzierà non solo la piantumazione ma anche la cura del bosco urbano così creato per i prossimi sette anni, il tempo considerato necessario a far crescere il nuovo bosco e renderlo completamente autonomo.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: