Fiom Cgil

Landini: «Adesso è il momento di esserci»

landinionanoBiblioteca di Como gremita di sindacalisti e  personalità della politica e dell’associazionismo per l’attivo della Fiom con Maurizio Landini.

«Adesso è il momento di esserci». Suona come una chiamata alle armi il discorso che Maurizio Landini, segretario nazionale Fiom, ha tenuto lunedì pomeriggio in biblioteca a Como per l’attivo della categoria metalmeccanica provinciale. A partire dal riferimento alla coalizione sociale, «progetto sindacale, aperto a tutti e non un nuovo partito» spiega il sindacalista. E aggiunge: «È un modo per riunire il mondo del lavoro e allargare la rappresentanza. Non solo il lavoro dipendente, anche i precari e le partite iva, ad esempio. Tutti fanno politica, è il momento di farla per coloro che oggi non hanno rappresentanza in Parlamento, lavorano e pagano le tasse. Non è il progetto di Landini, ma di tutta la Fiom».
Non mancano le stoccate dirette al presidente del Consiglio Matteo Renzi, chiamato sarcasticamente “il genio di Firenze”, e al suo esecutivo: «Il governo non ha il consenso della maggioranza delle persone che lavorano. Abbiamo bisogno di una fase straordinaria perché la gente è lontana dalla partecipazione politica, la metà degli italiani non va a votare, le tutele e i diritti dei lavoratori sono sempre meno. C’è , sul lavoro come a scuola e in molti altri settori, una logica padronale che rappresenta soltanto l’impresa. Dobbiamo riattivare nella testa della gente la necessità di essere rappresentata. E diciamo a Renzi e al governo: noi non molliamo, teniamo più di te».
E sul Jobs act, il leader della Fiom è chiarissimo: «Aumenta la precarietà e diminuisce le tutele e i diritti. O il Parlamento cambia le leggi, oppure si ricorre al referendum».
Per questo, è importante essere a Roma il 28 marzo. Il riferimento è alla manifestazione promossa dai metalmeccanici; al centro della protesta diritti, lavoro, democrazia, giustizia sociale, legalità, reddito, Europa: «Dobbiamo essere tantissimi, è importante», chiosa Landini. E chiude con un invito alla sua stessa organizzazione: «Dobbiamo cambiare pelle, promuovere un ricambio. Se le risorse non si muovono e non si torna sul territorio, avremo vita breve». [aq, ecoinformazioni] Guarda i video dell’iniziativa.

 

Sisme: ora basta

presidio sismeAnticipiamo l’editoriale di Cgil Informa – Como, a firma Fiom e segreteria della Camera del Lavoro di Como. Al centro dell’articolo la vicenda Sisme: «La sensazione, sempre più evidente – scrive il sindacato lariano  – è che si stia cercando, da parte dell’azienda, ogni pretesto per addebitare ad altri l’eventuale naufragio di una trattativa che, al punto in cui siamo, avrebbe come unica responsabile l’azienda stessa»

(altro…)

Sisme: presidio davanti alla Sisme

300768_4743280_20111121_1_16042604_mediumDopo la tardiva comunicazione dell’azienda della chiusura dell’azienda per tre giorni, sindacati e Rsu hanno organizzato alle 8 di giovedì 26 settembre un presidio davanti ai cancelli della fabbrica. «Il piano industriale di Sisme va riscritto», tuonano le parti sociali

(altro…)

Sisme: sindacati chiedono un incontro al Ministero del Lavoro

300768_4743280_20111121_1_16042604_mediumContinua il braccio di ferro tra azienda e sindacati. Intanto i consiglieri regionali comaschi hanno chiesto alla commissione Attività produttive e occupazione del Consiglio regionale di convocare un’audizione tra le parti. (altro…)

Chibro, via libera alla cassa integrazione

360104_5757913__AND8196_1_17631008_mediumRaggiunto l’accordo per i 158 dipendenti dopo l’incontro di mercoledì 10 luglio al ministero del Lavoro. Ancora da sciogliere i nodi riguardanti i pagamenti arretrati. Venerdì 5 luglio lavoratori e sindacati erano stati ricevuti dal prefetto Michele Tortora

(altro…)

Vertenza Chibro: Fim e Fiom chiedono incontro urgente al Prefetto di Como

cisl cgil fiomLa situazione che stanno vivendo i lavoratori e le lavoratrici della Chibro di Montano Lucino è gravissima, per questo motivo i sindacati Fim e Fiom hanno richiesto un incontro urgente al Prefetto Michele Tortora. (altro…)

Costituzione del Coordinamento provinciale per la raccolta firme dei due referendum sul lavoro

Il Coordinamento provinciale aprirà la campagna di raccolta firme con un banchetto ed una conferenza stampa sabato 13 ottobre alle ore 11 a Como in piazza della Pace (già piazza Vittoria). (altro…)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: