European Union Youth Orchestra

euyo_logoLunedì 26 agosto concerti sparsi per Como dalle 14.30 alle 16 e performance finale in piazza Verdi alle 16.30

«A Como l’orchestra sarà presente con dodici gruppi di musicisti che tra le 14.30 e le 16.30 si esibiranno con brani di musica da camera in piazza Cavour, piazza Duomo, piazza San Fedele, cortile di Palazzo Cernezzi, Tempio Voltiano, Lungo Lario Trento, via Vittorio Emanuele II, diga foranea, piazza De Gasperi (stazione della Funicolare), Fondazione Ca’ D’Industria (via Brambilla), ex Casa del Fascio (piazzale antistante), piazza Vittoria, via Muralto, Stazione ferroviaria Como Lago, piazza Volta (i luoghi saranno via via annunciati attraverso il canale Twitter dall’indirizzo dell’orchestra @EUYOtweets con l’hastag #popupcomo) – spiega Palazzo Cernezzi –. L’esibizione a Como rientra nel progetto La sala concerti Pop-Up. Unitamente ai concerti tradizionali nelle sale più rinomate del mondo, l’Euyp si esibirà in strada suonando brevi brani di musica da camera e anche come orchestra sinfonica per offrire la musica in ambienti diversi».

La chiusura in piazza Verdi prevede «l’esecuzione dei seguenti brani: Pyotr Tchaikovsky Polonaise da Eugene Onegin, Maurice Ravel Boléro, brani da Leonard Bernstein West Side Story Suite e brani da Modest Mussorgsky Picture at an Exhibition».

«I musicisti indosseranno tutti una maglietta creata appositamente per l’evento e saranno quindi tutti facilmente riconoscibili – dichiara il Comune di Como, che precisa –. La Euyo, nata per promuovere l’unione e la reciproca comprensione tra i paesi dell’Unione europea, è un’orchestra davvero unica nel suo genere: la sua creazione è stata votata dal parlamento europeo; rappresenta tutti i 28 Paesi dell’Unione; i suoi membri sono giovanissimi musicisti  tra i 14 e i 25 anni ai quali viene offerta la possibilità di suonare nei più bei teatri d’Europa e con i più grandi direttori d’orchestra. Fondata nel 1976 in Inghilterra da Claudio Abbado e oggi retta da Joy Bryer, la European Union Youth Orchestra (Euyo) è annoverata tra le realtà giovanili più importanti del panorama orchestrale odierno, riunendo nel suo organico alcuni tra i musicisti più dotati, selezionati nei paesi dell’Unione Europea».

«L’Euyo sceglie ogni anno i componenti dei suoi 140 musicisti tra più di 4mila candidati in età compresa tra i 14 e i 25 anni, provenienti dagli stati dell’Unione Europea – chiarisce il comunicato che ripercorre la storia dell’orchestra –. Le varie tournée hanno portato l’orchestra in tutto il mondo, dalla Cina all’India, dal Nord al Sud America e nell’Europa dell’Est. La Euyo è stata ospite dei teatri più importanti e nei festival più rinomati, ed ha collaborato tra gli altri con Daniel Barenboim, Leonard Bernstein, James Conlon, Sir Colin Davis, Carlo Maria Giulini, Herbert von Karajan, Zubin Mehta, Mstislav Rostropovich, Kurt Sanderling, e con Martha Argerich, Radu Lupu, Karita Mattila, Viktoria Mullova. Eccellenti orchestre da camera ed ensemble nascono all’interno della Euyo, un esempio tra tutti la Chamber Orchestra of Europe e la Gustav Mahler Jugendorchester. Il direttore musicale è Vladimir Ashkenazy. Nei suoi oltre 30 anni di attività Euyo è diventata una vera e propria fucina di talenti, che grazie a questa esperienza hanno potuto farsi conoscere ed apprezzare al di là delle frontiere del proprio paese». [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: