IMG_8712Un’opera di Rudolf Stingel nella Sala ritratti della Pinacoteca civica di Como

«Dopo essere stata esposta per alcuni mesi nel salone principale, l’opera di Rudolf Stingel Untitled, è stata ora collocata nel percorso espositivo permanente della Pinacoteca civica, nella sala Ritratti – dichiara un comunicato di Palazzo Cernezzi –. L’opera, un olio e smalto su tela realizzato nel 2009, è stata acquisita dai Musei civici su disposizione del Ministero della giustizia a seguito di un sequestro effettuato alla dogana cittadina».

Ritratto di gentiluomo di Casa Gallio«Con l’inserimento di Stingel nella sala dei Ritratti avviamo un processo di nuova lettura del patrimonio d’arte della città – afferna la conservatrice della Pinacoteca Letizia Casati –. In particolare si inaugura un discorso di contaminazione espositiva tra opere d’arte antica e di arte contemporanea, che per soggetto o tecnica esecutiva mostrino caratteri di affinità o di netto contrasto. L’accostamento ha lo scopo di sollecitare il pubblico a interrogarsi in maniera meno scontata sul fenomeno della produzione dell’opera d’arte».

«Il quadro di Stingel, oltre ad essere di grande qualità e di un importante autore contemporaneo, presenta una texture che, ad evidenza, riprende i motivi impiegati nei pizzi usati per guarnire gli abiti da cerimonia della nobiltà seicentesca. Nella sala Ritratti sono presenti personaggi della nobiltà comasca, che indossano abiti impreziositi da tali ornamenti alle maniche e ai colli – conclude Casati –. La visione può pertanto esercitare lo straniante fenomeno di riportare il visitatore, attraverso un’immagine, da un’epoca storica apparentemente conclusa al linguaggio della contemporaneità». [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: