12 marzo/ Come l’Araba fenice… donne del ‘900… non spettacolo ma incontri

mirianaronchettiMercoledì 12 marzo alle 20,30 al centro civico di Camerlata-Como Come l’Araba fenice… donne del ‘900… non spettacolo ma incontri, serata a cura di Miriana Ronchetti, autrice teatrale, regista e docente di recitazione. Parteciperanno come lettrici: Anna Scialoja, Cinzia Sforzini, Franca Finazzo, Alessandra Gerosa, Silvia Botta, Emanuela Anzani, Valeria Ferrario, Miriana Ronchetti. Guarda il video. Leggi nel seguito l’invito all’iniziativa.

«In occasione della Giornata internazionale della donna, ho pensato di riproporre una serata di “conoscenza” per approfondire l’operato di alcune donne del ‘900 che hanno lasciato una traccia nei vari ambiti.

Emozioni, impegno, studio e creatività di grandi donne del secolo appena finito,aperte al mondo nuovo e nello stesso tempo custodi dei valori fondanti della vita.
Pioniere, in un mondo quasi esclusivamente maschile. In questo recital vengono presentati alcuni ritratti di donne del Novecento che hanno contribuito al mutamento della società, entrando a buon diritto nella storia dell’umanità.
Donne che hanno contribuito a dare, nei diversi settori, la loro impronta sono passate, seguendo percorsi diversi, spesso difficili, quasi mai lineari. Spazi abitati anche dagli uomini, soprattutto da uomini che ne hanno definito le regole.
Le donne del Novecento hanno “invaso” questi spazi, facendosi largo a fatica, e cercando, attraverso un lento processo di maturazione, l’individuazione di un’identità propria, originale, sganciata da un’arida emulazione degli stereotipi maschili.
La lunga marcia della difficile affermazione dei diritti di cittadinanza delle donne non è terminata e non tutte le donne ne sono consapevoli.
Per questo è importante richiamare la memoria del passato: perché ricordando ciò che è stato non si torni indietro; perché analizzando la storia delle donne e degli uomini si possano favorire processi di piena affermazione della donna in tutti gli spazi, pubblici e privati, della vita sociale, evitando pericolosi “ritorni al passato”.

In ordine di presentazione
Edith Piaf – Camille Claudel – Eleonora Duse – Ada Negri- Anna Kuliscioff – Joan Baez – Isadora Duncan – Maria Cumani – Madre Teresa – Marilyn Monroe- Anna Freud – Rita Levi Montalcini – Sibilla Aleramo – Dolores Ibarruri – Maria Montessori – Marie Curie – Goliarda Sapienza- Maria Callas – Antonia Pozzi- Simon De Beauvoir – Virginia Woolf – Marguerite Yocenaur

La serata è aperta a tutti, ma soprattutto a quanti credono che le strade  tracciate da altri, si possano ripercorrere traendo esempio dalla volontà e dalla tenacia applicate». [Miriana Ronchetti, www.teatroarte.it]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: