27 maggio/ Il riparo che non ho

fierro riparo che non hoPresentazione del libro di Giovannni Fierro (Le Voci della Luna 2011), che dialogherà con Laura Garavaglia, martedì 27 maggio alle 21 a Villa Olmo, via Cantoni 1, a Como.

 

«Una cosa molto bella nella poesia di Giovanni Fierro è il desiderio continuo, necessario come il respiro, di imparare – si legge nella prefazione di Claudio Damiani –. La cosa vista, la visione poetica, è sempre maestra. Ed è vista con tanta attenzione, e nettezza, e interezza, perché insegna. Parla a noi e ci dice: fai anche tu così. Si può imparare a far l’amore da una coccinella. Si può imparare anche da cose banali e quotidiane. Soprattutto si impara da cose vere, necessarie, evidenti. Come le nuvole ad esempio. Stanno lì, sono evidenti, e possono insegnare molto. Noi stessi ad esempio siamo come un proiettile sparato da un fucile, o un coriandolo lanciato dalla mano della notte. Abbiamo un volo breve ma assolutamente inevitabile e dato, predeterminato potremmo dire».

«In questa poesia filosofica, come è filosofica secondo me ogni poesia, la figura determinante è la similitudine prosegue Fierro –. La similitudine presuppone che fra le cose ci siano somiglianze, e è attraverso queste somiglianze che è possibile insegnare, e  imparare».

Per informazioni e-mail lacasadellapoesiadicomo@gmail.com. [md, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: