Basta attacchi alla Cgil, basta botte ai lavoratori


1925305_10204185170781910_9086347229880059941_nDura dichiarazione del segretario provinciale della Cgil Alessandro Tarpini, a proposito delle parole pronunciate dalla Picierno sulla manifestazione di Roma e le cariche della polizia contro gli operai di Terni.

 

«Basta offese alla Cgil – commenta il segretario provinciale della Cgil – si può non essere d’accordo con le proposte e le iniziative della Cgil così come con l’intervista di oggi del suo segretario generale. Ciò che è invece inaccettabile sono gli insulti, la denigrazione, le offese gratuite prive di qualsiasi fondamento.
Soprattutto se provengono da esponenti politici con rilevanti incarichi pubblici. Gli iscritti alla Cgil sono certificati e ovviamente abbiamo pagato i pullman per la manifestazione di sabato. Pagati, come sempre, con i soldi che i nostri iscritti versano volontariamente ogni mese.
Lascia davvero senza parole che da una esponente di centrosinistra si utilizzino tali falsità anziché tentare di misurarsi nel merito delle questioni. Bisognerebbe avere rispetto di migliaia di donne e uomini che hanno spesso viaggiato due notti, facendo sacrifici per partecipare ad un’iniziativa in cui hanno creduto, e
bisognerebbe avere più rispetto nei confronti della CGIL, un sindacato che da sei anni sta cercando con tutti i mezzi di difendere il lavoro, che è sempre vicino alle persone che soffrono e che con il suo lavoro quotidiano ha impedito fino ad oggi che la situazione sociale esplodesse.
Anche per questo, quanto accaduto oggi a Roma con i lavoratori delle acciaierie di Terni, a cui va tutta la nostra solidarietà, ci preoccupa e ci indigna. Non si possono picchiare dei lavoratori solo perché cercano di difendere il loro lavoro e il loro futuro». [aq, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: