Inizia l’avventura del Servizio civile a Expo

dontpanicIl Primo maggio è iniziata a Expo l’avventura di tante ragazze e ragazzi impegnati a dare voce al Terzo settore nel territorio per certi versi ostile perché fortemente presidiato da chi vuole che il mercato soffochi ogni diritto. Tra loro anche la nostra Valeria Peverelli che per l’Arci di Como Presta servizio civile a Cascina Triulza, la casa del non profit a Expo.

“Il Primo maggio, noi ragazzi e ragazze del Servizio civile, ci siamo ritrovati tutti insieme a Rho Fiera per partecipare all’inaugurazione ufficiale di Expo 2015. Dopo due settimane di formazione, finalmente è arrivato il giorno di entrare nel vivo dell’evento.

Dopo gli ultimi aggiustamenti tecnici da parte dei formatori (distribuzione accrediti e istruzioni per l’uso, assegnazione compiti da svolgere durante la giornata, eccetera), ci siamo recati all’Open Air Theater per assistere alla cerimonia inaugurale. Prima dell’inizio ci siamo occupati dell’accoglienza dei partecipanti, illustrando ai vari diplomatici la suddivisione dei posti a sedere.

Durante il tragitto dall’ingresso al teatro, essendoci ancora poche persone sul sito, abbiamo potuto ammirare nel dettaglio vari padiglioni e riflettere sul senso della loro architettura.

La cerimonia è iniziata alle ore 12. Sono intervenute numerose autorità tra cui il commissario di Expo 2015, Giuseppe Sala, il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, il presidente della Regione Lombardia, Roberto Maroni e il presidente del Bureau International, Ferdinand Nagy. Ognuno ha spiegato il senso del tema e le aspettative da Expo.

Infine Matteo Renzi, presidente del Consiglio, ha dichiarato l’inizio ufficiale di Expo 2015 e ha manifestato in particolare la sua soddisfazione nella riuscita dell’impresa di realizzazione di questo grandissimo evento a Milano.

Spettacolari e molto emozionanti i contributi visivi e sonori: ingresso delle bandiere di tutte le nazioni partecipanti, il coro dei bambini e degli alpini che hanno cantato insieme l’Inno di Mameli le Frecce tricolori.

Nel pomeriggio abbiamo partecipato alla Parata per le vie del sito espositivo in cui sono state rappresentate le nazioni attraverso balli e musica di gruppi di artisti nei costumi tipici locali. Noi abbiamo contribuito costituendo il cordone di sicurezza lungo il corteo e portando gli striscioni dei Paesi.

È stata una giornata lunga e intensa, un po’ appesantita dalla pioggia finale, ma certamente emozionante. Avere avuto l’opportunità di partecipare attivamente all’inaugurazione ufficiale di un così grande evento mondiale è veramente un’esperienza unica. Il Servizio Civile, nel complesso, sarà, per noi giovani, soprattutto un’occasione di crescita e formazione personale. [Valeria Peverelli, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: