Ttip: perchè ci fa paura? L’incontro con Eleonora Forenza

20130_417497651761318_8602940148357124230_nSi è tenuto giovedì 30 aprile alle 21 presso il Salone Bertolio in via Lissi l’incontro con l’europarlamentare Eleonora Fiorenza de L’Altra Europa per Tsipras.

Dopo una breve introduzione fatta da Fabrizio Baggi (Segretario organizzativo del PRC di di Como), Giovanna Fierro (neoeletta al Comitato nazionale de L’Altra Europa) e Gianluca Giovinazzo (responsabile sanità e formazione del PRC di Como) è seguito l’intervento della deputata al parlamento di Strasburgo. Un occasione per spiegare esattamente quali sono gli effetti negativi che questo trattato segreto internazionale può provocare sull’ambiente, sul diritto al lavoro e, più in generale, sulla vita di ogni cittadino europeo. La deputata ha quindi messo in evidenza come tale progetto sia appoggiato apertamente non solo dal Partito popolare Europeo ma anche dallo stesso Governo Renzi, e come nel nostro paese l’informazione ai cittadini sul contenuto di questo trattato è praticamente inesistente.

10433640_828230533926859_7467940970865490006_nDopo un intervento della europarlamentare durato circa mezz’ora ( in cui la stessa ha parlato espressamente di “ulteriore cessione della sovranità statale”) si è aperto anche un acceso dibattito con il pubblico, particolarmente interessato alle dinamiche negative che questo trattato può causare soprattutto nei settori più a rischio come quello ambientale e quello agroalimentare.

È stato un momento di condivisione su un argomento ostico che, tuttavia, è stato spiegato all’uditorio in modo semplice, con il risultato che in tanti tra il pubblico si sono chiesti se il ttip sia solo a beneficio delle grandi multinazionali e se a rimetterci non sia, ancora una volta, il territorio e la cittadinanza tutta.

Iniziative come questa andrebbero ripetute sul territorio, di pari passo con l’avanzare dei lavori parlamentari sul punto, per rendere edotti tutti i cittadini di come questo trattato può decisamente cambiare le nostre vite [Gianluca Giovinazzo per ecoinformazioni, foto di Fabrizio Baggi]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: