Diritti arcobaleno/ L’Arcigay: la rivoluzione continua

banner11maggio-600x222L’approvazione definitiva con il voto della Camera dell’11 maggio della maggioranza e di forze di sinistra dell’opposizione è salutata come passo importante di un processo che possa portare anche l’italia tra i paesi che riconoscono pienamente i diritti degli omosessuali. La legge delle Unioni civili il cui termine fu coniato a Milano 30 anni fa è oggi un realtà; è quindi necessario fare ulteriori passi di civiltà. Ascolta il microfono aperto di Radio Popolare con le dichiarazioni di Umberto Gay che invita alla manifestazione del Gay pride per togliere i “lucchetti” milanesi. Di seguito la dichiarazione dell’Arcigay.

«Un grande sollievo, un appuntamento con la storia da troppo tempo rimandato”: Gabriele Piazzoni, segretario nazionale di Arcigay, commenta  voto alla Camera che ha dato il via libera definitivo alla legge sulle unioni civili. “Il riconoscimento delle coppie formate da persone dello stesso sesso – prosegue – è una battaglia che arriva da lontano, un testimone che è passato da una generazione all’altra, superando con tenacia le tante cadute. In questa giornata, perciò, il primo pensiero affettuoso lo rivolgo ai fondatori e alle fondatrici del nostro movimento, a chi ha gettato le basi di questo percorso in anni molto diversi da questi, più duri e più difficili. A quelli che nella lotta sono invecchiati e a quelli che purtroppo non ci sono più, ha chi iniziato e chi ha saputo raccogliere il testimone: a tutti e tutte loro va sempre, ma oggi in particolare, la nostra riconoscenza. Il secondo pensiero va ai tanti e alle tante che presto potranno condurre in porto, grazie a questa legge, il proprio progetto di vita: con loro  brindiamo al grande giorno.  Questa legge arriva con molto ritardo e con molti limiti, di questo siamo consapevoli. Ma abbatte un muro e segna una tappa importante: da qui dobbiamo subito ripartire per rilanciare la battaglia per la piena uguaglianza. Perciò è con questo augurio e con lo sguardo orientato al futuro e ai traguardi che verranno che noi oggi alziamo i calici e le nostre bandiere arcobaleno”, conclude Piazzoni». [Arcigay]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: