I balocchi dell’egoismo consumista oscurati dalla luce dell’umanità

Nella piazza Duomo di Como, ridotta dalla Città dei balocchi a scena del luna park del consumismo più incolto, la notte del 24 dicembre, proprio mentre nel Duomo si celebrava la messa di Natale, un nutrito gruppo di attivisti, di cittadini e cittadine ha partecipato alla manifestazione per la Pace, contro razzismo e intolleranza violenta e assassina “Non c’era posto per loro”. Il volantino, distribuito durante la presenza, denuncia che sono tra 250 e 300 le persone, costrette da incapacità e insensibilità della giunta comunale di Como e del governo, a dormire in strada. Evidente, ma colto da pochi, i più abbacinati dai proiettori dei Balocchi sono passati per la piazza senza vederla, senza capire cosa vuol dire Natale, senza neppure accorgersi del grido di civiltà in essa manifestato, senza avvertire il richiamo alla storia cristiana che ricorda Maria, Giuseppe e il Bambino Gesù nella grotta di Betlemme, al freddo e la gelo. Chiaro il messaggio espresso dai partecipanti all’iniziativa organizzata dal clan Il tornio scout 45 e da Como senza frontiere con un passo del discorso dell’Abbondino d’oro Luigi Nessi: «La sicurezza si ottiene con solidarietà, diritti, lavoro e benessere sociale per tutti».  Già on line sul canale di ecoinformazioni i video dell’iniziativa. Guarda le foto.

1 thought on “I balocchi dell’egoismo consumista oscurati dalla luce dell’umanità

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: