Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 347.3674825, ecoinformazionicomo@gmail.com

15 marzo/ Non solo strike

Il movimento nascente anche a Como contro le catastrofi determinate dall’economia neoliberista fa sul serio e presenta la forza dei ragazzi e delle ragazze non solo genericamente impegnati per contrastare i disastri ambientali attuali e futuri imputabili alla responsabilità di chi ha comandato e oppresso il pianeta negli scorsi decenni, ma anche a sviluppare coesione e sinergia tra sensibilità diverse. Un movimento che si prodiga nel mettere insieme organizzazioni studentesche come la Consulta degli (delle) studenti e gli (le) studenti dell’Università dell’Insubria con l’ambientalismo storico di Legambiente, dell’Arci della Cgil, di tante altre organizzazioni, con le reti per i Diritti, per la Pace, Como senza frontiere e Coordinamento comasco per la Pace.

L’obbiettivo è stratosferico ma perseguirlo significa avere saldamente i piedi per terra nella realtà e ha molto a che fare con l’aria, l’acqua, il cibo, la sopravvivenza della specie, delle specie. A Como, stimolata dall’azione – all’inizio solitaria – di Davide Faifer, avanti al Comune con implacabile regolarità ogni venerdì attuando la modalità di lotta contro lo strapotere assassino già praticata dalle Madri di Plaza di Mayo e dalle Donne in nero, c’è finalmente un gruppo che ha tenuto la prima assemblea il 28 febbraio all’Oratorio di Rebbio (non casualmente) che partecipa alla mobilitazione internazionale del 15 marzo. Ma c’è di più, l’iniziativa ha determinato un evento (per una volta la parola spesso abusata ci sta): l’apertura dell’Università di Como e la sua collaborazione, studenti e docenti insieme, al necessario sviluppo non solo di azione politica del neonato movimento (che si definisce “apartitico”, ma certo non è apolitico, l’ambientalismo e il futuro sono la Politica) ma anche dell’indispensabile formazione scientifica e apertura al dialogo tra posizioni diverse. Così il 15 marzo oltre che la manifestazione al mattino, nel pomeriggio dalle 14,45 all’Insubria si svolgerà un’essenziale iniziativa di approfondimento Climate Talks per il futuro.


Climate Talks per il futuro

Programma

Interventi (15-17:30)

– Davide Faifer – Studente: Il movimento mondiale Fridays for Future;
– Frank Raes – Fisico e Climatologo, Ex direttore del Climate Change Risk Unit presso l’European Commission’s Joint Research Center (JRC): L’uomo cambia il clima, il clima cambierà l’uomo;
– Martina Cividini – Ingegnere Ambientale e co-fondatrice del progetto WorldCliMaps: L’impatto dei Cambiamenti climatici nel locale, la pericolosità delle fake news;

Break con ClimaQuiz: Quanto davvero ne sai sul cambiamento climatico… e come fermarlo? Con di Pierluca Burcheri di Free2Change

– Alessandro Berlusconi – Studente di Scienze Naturali e divulgatore scientifico del canale youtube “Ambiente & Natura”: Climate change, la parola agli animali;
– Giacomo Magatti – Ricercatore e Sustainability Manager: azioni locali individuali e collettive per il contrasto al cambiamento climatico;
– Luca Malinverno – dottorando in Fisica: Planet is Fine, People’ll be less.

Dibattito (17:30-19)

Domande e tavola rotonda con i relatori ed altri esperti: sono invitati tutti i professori dell’Insubria.

Rispondi

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 14 Marzo 2019 da in Ambiente con tag .

Arci ecoinformazioni

Circolo Arci ecoinformazioni via Lissi 6 22100 Como, tel. 327.4395884, ecoinformazionicomo@ gmail.com, www.ecoinformazioni.it. Registrazione Tribunale di Como n. 15/95 del 19.07.95. Direzione: Fabio Cani, Jlenia Luraschi, Andrea Rosso, Gianpaolo Rosso (responsabile). Proprietà della testata Associazione ecoinformazioni - Arci. Consiglio direttivo: Fabio Cani (presidente), Gianpaolo Rosso (vicepresidente), Jlenia Luraschi (tesoriera), Michele Donegana, Marisa Bacchin.

COOKIES/ Informativa per i lettori

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati cookie di terze parti legati alla presenza dei social plugin. Nel rispetto del provvedimento emanato, in data 8 maggio 2014, dal garante per la protezione dei dati personali, si avvisano i lettori che questo sito si serve dei cookie per fornire servizi e per effettuare analisi statistiche completamente anonime. Pertanto proseguendo con la navigazione anche semplicemente scrollando si presta il consenso all'uso dei cookie. Clicca sull'immagine per leggere l'informativa sui cookies.

Benzoni gioielli Benzonibijoux

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: