Primo maggio: a Cantù per i diritti, contro le mafie

Torna come ogni anno il Concerto del Primo Maggio e quest’anno Cgil, Cisl, Uil di Como hanno deciso di organizzare l’evento in piazza Garibaldi a Cantù, un luogo teatro di violenza e prepotenza da parte della criminalità organizzata.

Sarà l’occasione per riflettere e per sensibilizzare la coscienza di ognuno di noi a tenere alta l’attenzione su quanto siano radicate le mafie sul nostro territorio, per manifestare che il nostro territorio è dalla parte della legalità.

Sarà anche un momento di festa e divertimento. Al centro della giornata ci sarà il tema dell’Europa, dei diritti, del lavoro. C’è bisogno di più Europa, di un’Europa diversa da quella dell’austerità, lontana dai cittadini e dai lavoratori. Abbiamo bisogno di un’Europa capace di dare prospettive di lavoro ai giovani, aperta al mondo, fattore di stabilità e pace, che sa accogliere.

Programma:

  • ore  15.00, momento musicale  da parte del gruppo “5Quarters”.
  • ore 15:45 Interventi da parte di Benedetto Madonia, del Centro Studi Sociali contro le mafie – Progetto San Francesco e di Stefano Tosetti di Libera
  • ore 16:00 Intervengono i Delegati di Cgil, Cisl, che racconteranno le proprie esperienze, a seguire le conclusioni di Salvatore Monteduro, Segretario Generale della UIL del Lario, che parlerà a nome delle Segreterie Territoriali Cgil-Cisl-Uil.
  • ore 16:45  Esibizione del Gruppo Musicale I luf.

2 thoughts on “Primo maggio: a Cantù per i diritti, contro le mafie

Comments are closed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: