ecoinformazioni on air/ Processo alla Pace

Il servizio di Gianpaolo Rosso delle 6,40 del 24 giugno a Snooze di Radio popolare. Stamattina alle 8,30 al tribunale di Como si celebrerà il processo a Jacopo Mascheroni colpevole di avere partecipato alla Marcia per la Pace a Como nel gennaio del 2017. Una situazione davvero paradossale che testimonia quanto grave sia la criminalizzazione della solidarietà.

In un mondo rovesciato nel quale chi salva i naufraghi è perseguito mentre chi vorrebbe affogassero tutti è al governo diventa  “normale” che partecipare alla Marcia della Pace diventi un crimine e si debba sostenere per averlo fatto un processo penale. Oggi i giudici del tribunale di Como decideranno se condannare l’attivista che ha partecipato con il suo gruppo scout alla manifestazione pacifista, dopo il foglio di via ricevuto per aver denunciato la brutalità dei trasferimenti forzati dei migranti nell’estate 2016.

L’intera vicenda ha aspetti tragicomici. Il foglio di via a Jacopo e a tanti altri attivisti dei Diritti umani a Como nel 2016 fu determinato dalla  loro protesta contro la deportazione dei migranti da Como a Taranto che veniva svolta con enorme spreco di denaro pubblico con autobus affittati daun ditta di trasporto locale. I migranti venivano caricati a Como e scaricati a Taranto. Dopo di che le stesse persone ritornavano a Como per essere nuovamente condotti a forza e così via in una gioco dell’oca davvero assurdo che fu denunciato anche da interrogazioni parlamentare e denunce delle sinistre comasche. [Gianpaolo Rosso, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: