Processo ai naziskin per l’irruzione a Csf: i tempi si allungano

Doveva tenersi oggi presso il Tribunale di Como un’udienza di verifica per il difetto di notifica telematica del decreto di citazione ai legali degli imputati nel processo a carico del Veneto Fronte Skinhead, a seguito dell’irruzione in una riunione di Como senza frontiere il 28 novembre 2017.

L’udienza del 4 dicembre non c’è stata perché la Procura ha preso coscienza del proprio errore e sarà quindi costretta a rinnovare la citazione. La decisione è stata quella di rinviare tutto addirittura al 7 maggio prossimo, ben oltre i 60 giorni liberi che dovevano essere concessi per la rinnovazione. La motivazione di tale allungamento dei tempi è riferita ai carichi di lavoro arretrato pendenti sulla Giustizia.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: