Mese: Dicembre 2020

Senegal/ I bambini di Ornella danno i numeri

C’è chi guarda verso il futuro con un sorriso gioioso, aperto e pieno di aspettative. L’associazione I bambini di Ornella, insieme a Formazione solidale, si affacciano al nuovo anno con un ottimismo carico di molti nuovi progetti, cui è possibile contribuire anche acquistando entro il 4 gennaio 2021 una cartella per il loro Tombolone solidale e partecipando all’estrazione del 6 gennaio.

(altro…)

31 dicembre/ Capodanno rock con Mauro Settegrani

Il 31 dicembre Mauro Settegrani farà il conto alla rovescia del nuovo anno a base di rock: da Santana ai Pink Floyd, passando per i Dire Straits e molto altro ancora. Tutto questo dalle 23,00 sulla pagina facebook dell’Arci di Como, per augurarvi Buon Anno e ricordarvi del tesseramento nei circoli della provincia.

(altro…)

Tante voci per Patrick

Patrick George Zaki è un ragazzo di origini egiziane, attivista presso l’iniziativa per i diritti personali (Eipr). Stava frequentando un master internazionale in studi di genere all’università di Bologna, quando, rientrato nella sua città natale per passare una vacanza con i familiari, viene preso in custodia dalla polizia e scompare per 24 ore. Sono passati ormai quasi undici mesi dal giorno in cui è stato accusato di istigazione a proteste e propaganda di terrorismo sul proprio profilo facebook. E’ una questione che ha mobilitato il sostegno di gruppi di giovani, associazioni, media e singoli individui.

(altro…)

Che meraviglia!

Nel 1956, quando sulla rivista Woman’s Home Companion fu pubblicato per la prima volta Brevi lezioni di meraviglia. Elogio della natura per genitori e figli, avevo due anni. In un luogo diverso e lontano del pianeta, del tutto inconsapevoli del motivo per cui Rachel Carson aveva deciso di scrivere questo saggio – «Esplorare la natura con vostro figlio significa riscoprirsi sensibili verso ciò che vi circonda» -, mia mamma, mio padre e i miei nonni mi portavano a passeggiare nei boschi di castagni e di noccioli di Altavilla Irpina.

(altro…)

Ticosa/ Finalmente Legambiente

Mentre si susseguono le proposte che si barcamenano tra interessi dei costruttori, interessi degli automobilisti, interessi del turismo proponendo bizzarre alchimie per riempire il vuoto della Ticosa, Legambiente propone una prospettiva diversa: trasformare l’area disastrata della città – devastata dalle destre e sottoposta agli infiniti appetiti di chi vuole farne un affare per qualcuno – in modello, prototipo di una nuova Como. Capovolto finalmente il paradigma che vedeva ogni area della città destinata a diventare occasione di ulteriore esagerati guadagni per chi già ha più di tutti, c’è da augurarsi che alle sensate proposte degli ambientalisti se ne aggiungono altre altrettanto rivoluzionarie, cioè di questi tempi assolutamente realistiche in una città che nel post covid o innoverà davvero o semplicemente non avrà senso.

(altro…)
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: