Memoria della Resistenza/ Luigi Ballerini, Enrico Cantaluppi

Il 24 gennaio sono stati ricordati a Como dall’ANPI i giovani partigiani comaschi Luigi Ballerini e Enrico Cantaluppi, in viale Innocenzo XI, presso la lapide a loro dedicata.

Erano presenti Anna Veronelli per il Comune di Como e per il Comune di Lipomo il sindaco Alessio Cantaluppi e l’assessore alla Cultura Beppe Rigamonti e poi Invernizzi, Proietto e Della Mura per l’Anpi, qualche iscritto e pochi familiari. Poche persone causa il rispetto delle norme Covid.

Anna Veronelli ha ricordato il sacrificio di questi due giovani (19 e 21 anni) fucilati dai fascisti che, dopo essere stati arrestati per un’azione volta a catturare un gerarca, interrogati, scelsero di non tradire i propri compagni e, dopo essere stati torturati, vennero uccisi.

Alessio Cantaluppi ha ricordato la capacità e l’impegno della scelta che i due fecero; la parte giusta, scelta anche oggi difficile e impegnativa.

Invernizzi ha concluso invitando i due politici a far sì che, come fanno a Porlezza e in altri luoghi, iniziando dal prossimo 25 Aprile e dai prossimi appuntamenti che ricordano la Liberazione, le scuole siano coinvolte in un percorso di conoscenza, perché tocca ai giovani tramandare queste storie che hanno garantito a noi la libertà. Un invito da mettere in pratica.

[Luigi Nessi, ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: