Fascisti web/ Contro il ricordo dell’esodo giuliano-dalmata

Si ripetono sempre più spesso le incursioni on-line di gruppi neofascisti e neonazisti, che disturbano o impediscono lo svolgimento di dibattiti e incontri evidentemente non di loro “gradimento”. Oggi pomeriggio è toccato alla presentazione di un libro organizzata in occasione del Giorno del Ricordo.

Di seguito il testo del comunicato di denuncia dell’Istituto di Storia Contemporanea di Como.

«Oggi alle 15 era prevista la presentazione in streaming del libro … Noi andavamo fora, evento organizzato dalla Città di Mariano Comense, in collaborazione dell’Istituto di Storia Contemporanea “P.A. Perretta” in occasione del Giorno del Ricordo.

Il volume, curato da Carlo Brunati e frutto del paziente lavoro di ricerca di Marinella Fasani, racconta attraverso fonti d’archivio e testimonianze dirette l’arrivo nel territorio comasco degli esuli giuliano-dalmati dal 1941 al 1956, di come vennero accolti e di come si integrarono nella nuova realtà. Un lavoro indubbiamente innovativo almeno per quanto riguarda il nostro territorio.

L’iniziativa di oggi, oltre ad illustrare la ricerca, aveva come obiettivo di ricostruire i drammatici eventi di quel periodo storico attraverso le testimonianze di alcuni testimoni diretti ed indiretti.

Purtroppo tutto ciò è stato impedito, in modo violento, a causa dell’incursione di una ventina di disturbatori che inneggiando ad Hitler e Mussolini, esibendo saluti fascisti, riferendosi ad una società fondata non sull’inclusione ma sulla discriminazione razziale, hanno reso impossibile non solo la ricostruzione storica dei fatti ma il perfino il semplice prendere la parola ai relatori e agli ospiti.

Nel rispetto dei valori su cui si fonda la nostra Costituzione riteniamo che questo episodio sia molto grave e, pertanto, reputiamo necessario denunciare questo attacco all’opinione pubblica che ha a cuore i principi democratici.» [Istituto di Storia Contemporanea di Como]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: