Henkel/ “Creare valore sostenibile” chiudendo

I sindacati non ci stanno a sottostare alla decisione dell’azienda che vuole chiudere a giugno e denunciano il comportamento della Henkel come irresponsabile e contrario agli slogan della stessa azienda. Il comunicato Cgil, Cisl, Uil.

«Giovedì 18 febbraio è stato comunicato alle Organizzazioni Sindacali Filctem-Cgil Femca-Cisl Uiltec-Uil la decisione di chiudere entro giugno lo stabilimento Henkel di Lomazzo.

Henkel opera in tutto il mondo con innovazioni, marchi e tecnologie leader in tre settori: Adesivi Industriali, Cura della Persona e Detergenza .

Nel sito produttivo di Lomazzo lavorano circa 160 persone tra dipendenti diretti e lavoratori delle aziende che lavorano al servizio di  Henkel.

Nel sito produttivo di Lomazzo infatti sono operative ,oltre ad Henkel che occupa 81 persone , le società:

  • Alpla che occupa 14 lavoratori società e che produce i contenitori in plastica
  • Castelli Livio   che occupa 15 dipendenti e si occupa di autotrasporti e deposito materiali
  • Polo dei Servizi 21 dipendenti che si occupano di logistica..
  • Sodexo società che si occupa della ristorazione e pulizia  7 lavoratori.
  • Nit e Nord Impianti aziende che gestiscono   la manutenzione   ed occupano  13 dipendenti.
  • Cattaneo Impianti che con 6 dipendenti si occupa di manutenzione elettrica
  • DSI .società che occupa 11 dipendenti per la gestione della guardiania.

Lo stabilimento di Lomazzo si occupa di detergenza e produce marchi conosciuti dai consumatori italiani quali Dixan, Prill, Nelsen, Vernel, Perlana….

La decisione di Henkel è motivata da Marketig Aziendale.

Sostanzialmente chiudono un sito non per crisi economica ma per avere un solo stabilimento in Italia , oggi sono due uno a Lomazzo ed uno a Ferentino.

I due stabilimenti italiani devono continuare ad operare entrambi, ’in questa fase nessuno può essere lasciato indietro.

Non condividiamo la decisione della multinazionale non si può impoverire un territorio come il nostro, non si possono lasciare famiglie senza Lavoro ; non si può utilizzare un territorio per quasi 90 anni (Henkel è presente a Lomazzo dal 1932) e lasciare macerie quando si decide di spostare le produzioni.

Lo stabilimento deve rimanere aperto perché il lavoro è la base del benessere di un territorio

Il motto di Henkel è “Creare valore sostenibile” in questo caso dove sta la Sostenibilità?

#irresponsabileHenkel

#nochisuraHenkelLomazzo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: