Diretta/ Basta armi a Israele

Nell’ambito della settimana contro l’apartheid 2021 (#IsraeliApartheidWeek), Bds Italia organizza, il 18 marzo alle 17, sulla pagina fb di Bds, il convegno Vuoi la Pace? Prepara la Pace, presentazione del dossier Embargo militare contro Israele. Intervengono: Moni Ovadia (artista), Wasim Dahmash (ricecatore e saggista), Antonio Mazzeo (ricercatore e giornalista), – Cinzia Della Porta (Usb), Fausto Gianelli (Giuristi Democratici), Giorgio Beretta (Opal), Samed Ismail (A Foras), Rossana De Simone (PeaceLink), Majed Abusalama (Bds Gaza e Berlino).

«Il Dossier, opera collettiva a cura di BDS Italia, è stato realizzato con il sostegno di PeaceLink e la collaborazione del Collettivo A Foras. Si pone l’obiettivo di far conoscere anche ai non addetti ai lavori la realtà degli intensi rapporti tra Israele, l’Italia e la UE nel settore degli armamenti e del controllo securitario, denunciando collaborazioni e complicità a livello politico, economico e accademico.Israele usa la forza e la tecnologia per mantenere l’occupazione militare ed il regime di apartheid, e procede gradualmente all’annessione dei territori palestinesi, attua una politica di minacce e aggressioni nei confronti di altri paesi sovrani del “Medio Oriente”, una regione sconvolta da conflitti e regimi dittatoriali, aumentando l’instabilità e le prospettive di pace in tutta la regione. Eppure gode di una impunità totale: il Dossier cerca di rispondere anche al perchè di tale impunità
La società civile palestinese chiede da tempo un embargo militare globale nei confronti di Israele per porre fine a questa complicità, per rendere manifesta la responsabilità di Israele per i suoi crimini e mettervi fine. Per raggiungere questo obiettivo dobbiamo attuare una strategia complessa, fatta di azioni dirette, attività di lobbying e campagne di sensibilizzazione e di pressione sulle imprese che collaborano con Israele. Amnesty International e diversi governi locali in tutto il mondo chiedono la fine del commercio di armi con Israele.La campagna internazionale Embargo Militare è finalizzata al blocco degli scambi accademici, scientifici e commerciali di tipo militare e securitario con Israele, nell’ambito di un generale blocco della fornitura di armamenti nell’intera zona. Israele è il 7°esportatore di armi al mondo (il 3° verso l’Italia) e il 17° come importatore. Con una spesa militare di oltre 15 miliardi di dollari l’anno in continua ascesa, spende per il settore militare tra 6,5 e 8,5 % del suo PIL.Chiediamo alla società civile, ai sindacati, alle forze politiche di unirsi alla richiesta al Governo di attuare l’embargo militare bilaterale di Israele finché non riconoscerà uguali diritti a tutti gli abitanti della Palestina storica, non si ritirerà da tutti i territori occupati, non consentirà il ritorno dei profughi e non libererà i prigionieri politici. Solidarietà con il popolo palestinese, solidarietà con gli obiettori di coscienza israeliani!
Settimana contro l’apartheid israeliana 2021 #UnitiControilRazzismo#UnitedAgainstRacismLa Settimana contro l’apartheid israeliana è un’annuale serie internazionale di eventi tenuti in diverse parti del mondo. Ha come obiettivo far conoscere la natura di apartheid del sistema israeliano e far crescere le campagne di Boicottaggio, Disinvestimenti e Sanzioni. Quest’anno, la Settimana contro dell’apartheid israeliana si unisce alla Giornata internazionale contro il razzismo organizzando una massiccia protesta globale virtuale per opporsi alla discriminazione razziale, al colonialismo e all’apartheid, e per celebrare la diversità e la connessione delle nostre lotte. La #IAW2021 si tiene dal 14 al 21 marzo 2021». [Bds (Boicottaggio, disinvestimento e sanzioni contro l’occupazione e l’apartheid israeliane) Italia]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: