30 novembre/ Sulla giustizia riparativa

Martedì 30 novembre 2021, alle ore 21, presso la Sala Consiliare del Comune di Lurago d’Erba, la Biblioteca Comunale, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e alla Pubblica Istruzione, organizza una conferenza dedicata alla giustizia riparativa a cura di Claudio Fontana in occasione della campagna “Città per la vita” promossa dalla Comunità di Sant’Egidio per l’abolizione della pena di morte.

“Ovunque viene comminata la pena di morte, domina la barbarie, ovunque la pena di morte è sconfitta, la civiltà prevale” (Victor Hugo)
La bilancia della giustizia che risponde al male con il male, e così lo duplica, tocca il suo estremo con la pena di morte, con le esecuzioni legalizzate dallo stato; pratica che a noi sembra lontana ma che la stessa Europa ha bandito solo da pochi decenni ed è ancora eseguita nel mondo, malgrado le moratorie votate a partire dal 2007 dall’assemblea generale dell’ONU. La vendetta viene assunta dallo stato e la spada retta nella mano destra della giustizia simbolizza la concezione retributiva che pone al centro la pena, anche quando non si spinge fino alla pena capitale, la sua sacralizzazione, nel carcere il suo luogo eminente, nell’esclusione e nella stigmatizzazione del reo la risposta alle minacce percepite dalla società. La Giustizia riparativa offre un’altra risposta molto differente al bisogno di giustizia: una giustizia dialogica che considera la lacerazione delle relazioni e la ferita provocate dal reato sulla vittima e sull’intera comunità e li fa liberi attori in un percorso di rigenerazione, incontro e ri-socializzazione.

L’evento è organizzato nel rispetto delle normative in vigore per il contenimento del contagio da COVID-19.
Per informazioni e prenotazioni luragoderba.eventbrite.com

Claudio Fontana (Moltrasio 28-10-1952). Laureato in filosofia presso l’Università Statale di Milano, ha conseguito il diploma di perfezionamento in filosofia presso l’Università di Pavia. Ha insegnato storia e filosofia presso il Liceo Scientifico “P. Giovio” di Como. Ha svolto attività di formatore. Ha affrontato studi anche nel campo della didattica, della semiotica, della fotografia e della comunicazione tenendo numerosi corsi e conferenze. Ha pubblicato, con altri autori, testi di storia per le superiori e numerosi saggi e articoli. Ha realizzato con il fratello Giulio il documentario All’altezza dello sguardo sull’accoglienza ai profughi a Como nel 2016. Ha organizzato iniziative culturali . È mediatore penale dei conflitti e fa parte del CeSGReM (Centro studi giustizia riparativa e mediazione) dell’Università dell’Insubria di Como.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: