Aler Como

Bando di assegnazione Erp

cernezziEntro il 30 maggio si può presentare domanda a Palazzo Cernezzi o all’Aler in via Italia Libera per chiedere un alloggio popolare.

 

«È stato pubblicato nei giorni scorsi un nuovo bando per la formazione della graduatoria per l’assegnazione in affitto di alloggi di edilizia residenziale pubblica (Erp) – ricorda il Comune di Como –. Gli appartamenti, a canone sociale, saranno assegnati a nuclei familiari che presentano domanda con Isee-Erp non superiore a 16-17mila euro. Nel periodo di validità della graduatoria si prevede la disponibilità di dieci alloggi, che hanno come gestore il Comune di Como e l’Aler».

«Siamo ben consapevoli che rispetto alla domanda la disponibilità attuale è alquanto insufficiente – dichiara Marcello Iantorno, assessore al Patrimonio –. E proprio per questo ci stiamo adoperando perché il ricavato della vendita agli inquilini, già deliberata dal consiglio, di 60 case comunali sia destinato alla ristrutturazione di altri numerosi appartamenti e quindi alla loro assegnazione. Ci stiamo adoperando anche con la Regione per creare un meccanismo affinché gli alloggi Erp non assegnabili possano essere ristrutturati superando gli attuali vincoli. Inoltre sono in corso colloqui e verifiche con Ance Como per verificare nuove soluzioni». [md, ecoinformazioni]

 

Come fare?

«I cittadini interessati a presentare la domanda potranno presentarsi entro il 30 maggio alle seguenti sedi: Aler (Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale) di Como, via Italia Libera 17, nei seguenti orari da lunedì a venerdì dalle ore 9 alle ore 12, martedì e giovedì dalle ore 14.30 alle ore 16.30 (la modulistica è sul sito www.alercomo.org); Comune di Como, settore Patrimonio, nei seguenti orari da lunedì a venerdì dalle ore 10 alle ore 12 (la modulistica è sul sito www.comune.como.it cliccare su Albo Pretorio on-line/ Avvisi)».

Aler Como: tutti i dipendenti saranno salvaguardati

aler_como_logoL’assessora Bulbarelli a Como con il neopresidente Sala ha incontrato i dipendenti e li ha rassicurati. Arriveranno anche 750mila euro per recuperare 47 alloggi e 350mila euro per la morosità incolpevole.

Dopo la riforma delle Aler regionali dichiara un comunicato di Regione Lombardia: «È stato anche calcolato che per la solo Aler di Como il risparmio sarà di circa 160mila euro l’anno».

In un incontro tenutosi giovedì 16 gennaio nel capoluogo lariano l’assessora regionale alla Casa e housing sociale Paola Bulbarelli, assieme al presidente dell’Aler di Varese, Busto Arsizio, Monza e Como Angelo Mario Sala e al consigliere regionale Alessandro Fermi, con il personale dell’Aler di Como, ha: «Confermato che tutti i posti dei dipendenti dell’azienda comasca saranno salvaguardati». Il personale «è il vero collegamento diretto con chi ha bisogno di una casa – ha dichiarato l’assessora – E non possiamo neanche ignorare il rapporto umano che si è instaurato».

A Como: «Aler e Comune beneficeranno di 750mila euro per il recupero di 47 alloggi sfitti da destinare a chi attende un alloggio popolare – ha annunciato Bulbarelli –. L’Aler ne avrà a disposizione 555mila per intervenire su 37 alloggi, il Comune 150mila per 10 case». «In un periodo di grave crisi – ha aggiunto – costruire ex novo sarebbe molto più dispendioso».

Sul Lario arriveranno anche 350mila euro, degli 8,6 milioni stanziati a livello regionale, per la morosità incolpevole. [md – ecoinformazioni]

Presidenti Aler da 2,1 milioni a 300mila euro

aler_como_logoRegione Lombardia soddisfatta dal risparmio sul costo delle dirigenze.

L’assessora regionale lombardo alla Casa, housing sociale e pari opportunità Paola Bulbarelli parla di un risparmio dell’85 per cento che parla di: «Una stretta a spese folle e “poltronifici”. Oggi, quello che fino a poco fa era un auspicio è realtà. I cinque nuovi presidenti costeranno infatti 296.000 euro, a fronte degli oltre 2 milioni di euro dei vecchi Consigli di amministrazione».

«Per Milano l’indennità di carica del presidente è pari a quella di carica del consigliere regionale (6.327 euro lordi per 12 mensilità), per Brescia e Varese è pari all’80 per cento, per Bergamo al 70 per cento e per Pavia al 60 per cento» precisa una nota regionale a cui Bulabarelli aggiunge «Abbiamo deciso di parametrarle al lavoro che sono chiamati a fare i nuovi presidenti e alle dimensioni dell’Azienda, tenuto conto il patrimonio immobiliare di ciascuna di esse».

Il neoeletto presidente dell’Aler di Varese, Busto Arsizio, Monza, Como Mario Angelo Sala prenderà quindi una indennità lorda annuale di 60.739 euro, al posto dei vecchi Cda di Varese (216.521 euro), Busto Arsizio (85.302 euro), Monza (113.562 euro) e Como (119.616 euro).

«Il prossimo passo – termina l’assessora che prevede un sopraluogo nelle singole Aler nei prossimi giorni – sarà quello della nomina dei direttori generali delle Aziende», i cui «compensi saranno rivisti al ribasso e saranno stabiliti dalla Giunta regionale nelle prossime settimane». «Dovranno essere scelti per le loro capacità, non per l’appartenenza politica – è l’auspicio – e avranno un compito non certo facile». [md – ecoinformazioni]

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: